Vola il bonus rottamazione: boom di vendite di tv compatibili con il nuovo dtt (+122%) nella prima settimana di incentivo statale

Condividi

Vola il bonus rottamazione per l’acquisto di apparecchi compatibili con il nuovo digitale terrestre: nella prima settimana di validità dell’incentivo statale, GfK registra infatti il +122% nelle vendite di nuovi televisori e decoder, con oltre 164.000 unità acquistate rispetto alla stessa settimana del 2020. Il decreto interministeriale sull’incentivo – riporta Adnkronos – è entrato in vigore il 23 agosto scorso dopo l’annunciato switch-off che sancirà il passaggio ai nuovi standard di trasmissione (MPEG4, DVBT-2/HEVC). Il Bonus consente di ottenere uno sconto direttamente in cassa, in negozio e online, pari al 20% del prezzo d’acquisto e fino a un massimo di 100 euro, purché l’acquirente sia in regola con il Canone Rai e conferisca un vecchio televisore da rottamare.

Un trend, quello registrato da Gfk, “decisamente positivo” anche se si confronta il dato della settimana analizzata con la media delle settimane da inizio 2021 che porta ad una crescita delle vendite , anche in questo caso, pari al +120%. Un numero consistente di Italiani ha deciso quindi di approfittare subito delle agevolazioni statali, nonostante il mese di agosto non sia tradizionalmente un momento di picco per le vendite di Tv. A fare da traino alla decisione, spiega Gfk nella nota, non solo il timore di perdere il bonus, che resterà in vigore fino al 31 dicembre 2022, salvo esaurimento fondi ma anche il Campionato italiano di calcio, iniziato ufficialmente il 21 agosto. Con l’acquisizione da parte di Dazn dei diritti per la trasmissione delle partite di Serie A, in molti hanno deciso di sostituire il proprio Televisore tradizionale con una Smart TV, in grado di trasmettere contenuti in streaming.

I dati GfK infatti, indicano che già la settimana precedente l’entrata in vigore bel Bonus Tv , quella compresa tra il 16 e il 22 agosto 2021, si era registrato un trend positivo, con una crescita delle vendite a unità pari al +17,3% rispetto allo stesso periodo del 2020. La crescita si è poi ulteriormente rafforzata la settimana successiva: confrontando il numero di unità vendute nella settimana 34 (quella dell’entrata in vigore del Bonus) con la settimana 33 si rileva infatti un incremento pari al +114%.