Francesca Ragazzi nominata head of editorial content di Vogue Italia

Come anticipato sul mensile Prima Comunicazione attualmente in edicola, Condé Nast ha nominato  Francesca Ragazzi Head of Editorial Content, Vogue Italia.

Francesca  Ragazzi

Nel suo nuovo ruolo, Ragazzi supervisionerà le operazioni editoriali, la strategia e la visione di Vogue Italia, lavorando a stretto contatto con la leadership editoriale di Vogue per sviluppare il miglior giornalismo e storytelling sia a livello globale che locale. Guiderà il team editoriale di Vogue Italia per garantire che i valori fondamentali di Vogue siano rappresentati in tutti i contenuti e su tutte le piattaforme.

“Francesca porta con sé una grande conoscenza del mondo della moda italiana e globale”, ha dichiarato Anna Wintour, global editorial director, Vogue, e chief content officer, Condé Nast. “È stata in Condé Nast per oltre un decennio, e ha lavorato a Milano, Parigi e New York, fianco a fianco con molti dei nostri redattori più talentuosi. Questa esperienza, unita al suo occhio creativo e alla sua passione per lo storytelling, fanno di Francesca una scelta naturale per questo nuovo ruolo.”

“La nomina di Francesca segna un nuovo capitolo per Vogue Italia. Come Head of Editorial Content di Vogue Italia, Francesca eleverà l’arte, la cultura e lo stile italiano attraverso la lente di Vogue. Vogue Italia è sempre stata audace nel suo approccio editoriale e continuerà ad essere una grande fonte di ispirazione per il pubblico globale di Vogue”, ha dichiarato Edward Enninful OBE, European editorial director, Vogue.

Ragazzi ha lavorato in Condé Nast per 11 anni, con esperienza in entrambi i lati creativi e commerciali del marchio Vogue a livello globale. Ha iniziato la sua carriera nella sede del gruppo a Parigi – dove si è laureata in letteratura all’Università Sorbona – come European Fashion Associate, prima di trasferirsi a New York per assumere il ruolo di Fashion Market Editor, una posizione che ha ricoperto per quattro anni e che ha comportato una stretta collaborazione con molti dei più talentuosi fashion editor di Condé Nast. Ragazzi si è poi unita a Vogue Italia a Milano come Fashion Market Director, dove era responsabile della collaborazione con i partner chiave di Vogue e i creativi più rinomati.

“In un mondo in cui l’unica costante è il cambiamento, Vogue non è diverso. Sono molto orgogliosa di far parte di una trasformazione senza precedenti in Condé Nast che pone i suoi marchi iconici in prima linea. Sotto l’occhio di Anna ed Edward e, in collaborazione con i miei colleghi di tutto il mondo, abbiamo l’opportunità di costruire il futuro insieme e di interagire con il nostro pubblico. Attraverso tutte le piattaforme, Vogue Italia rappresenterà coraggiosamente la voce locale come parte del quadro globale, raccontando le tante forme di moda, cultura e bellezza del nostro paese così amato da tutti” ha detto Ragazzi.

Con sede a Milano, Ragazzi lavorerà a stretto contatto con Wintour ed Enninful, così come con i vertici di Vogue per contribuire con storie italiane, talento e idee strategiche a tutti i progetti editoriali globali. Il suo ruolo è parte di una nuova strategia editoriale globale che permetterà ai contenuti locali in tutti i mercati di Vogue nel mondo di raggiungere un nuovo pubblico globale su tutte le piattaforme.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera