La design week di nuovo in presenza. Alla Statale Interni inaugura Creative Connections nel trentesimo del Fuorisalone

È con comprensibile soddisfazione per il primo segnale di ritorno alla normalità per Milano che sabato 4 settembre si è aperta la design week, con l’inaugurazione della più importante mostra evento del Fuorisalone: Interni Creative Connections fino al 19 settembre nei cortili dell’università Statale, all’Orto Botanico di Brera e nel nuovo spazio di via della Spiga 26 che ospita l’Audi City Labs.

Un’edizione simbolica per il mensile della Mondadori, perché vede il ritorno del pubblico in presenza, dopo le edizioni annullate dell’aprile 2020 e 2021, e perché celebra i 30 anni del Fuorisalone ideato nel 1990 da Gilda Bojardi, che di Interni è il direttore. “La vocazione del Fuorisalone è proporre un modello culturale, spettacolare e di mercato che con gli anni è diventato parte di un processo spontaneo di formazione didattica e progettuale”, sottolinea Bojardi, ricordando come il Fuorisalone sia “un’opera corale che si pone in modo complementare alla storica manifestazione del Salone del Mobile, assumendo la città come luogo per la diffusione di una cultura che fa del design un fattore di riflessione, di sviluppo e d’incontro”.

In omaggio alla ricorrenza anche Palazzo Niemeyer, sede della Mondadori a Segrate, sarà illuminato per tutta la durata della manifestazione di rosso, verde e giallo, i colori del logo della mostra.


Con le sue quasi trenta installazioni, come sempre nate dalla collaborazione tra progettisti e aziende, Creative Connections in questa edizione si sviluppa attorno a tre temi: Cura, nella progettazione, nei processi produttivi, nell’utilizzo dei materiali e nella conseguente applicazione dell’economia circolare; Sostenibilità intesa come fare consapevole e come indicazione di metodo; Mobilità/Velocità, in senso reale e metaforico riferita ai popoli, al pensiero, allo spazio, ai mezzi di trasporto e alle tecnologie.


I due main sponsor, Audi ed Eni, sono protagonisti rispettivamente in via della Spiga e all’Orto Botanico. Lo spazio di via della Spiga ospita l’installazione Enlightening the future di Marcel Wanders studio, che “racconta in modo emozionale le nuove frontiere della ricerca Audi grazie a un’esperienza immersiva basata sulla luce quale strumento di connessione e di racconto dei suoi progetti di innovazione”. Inoltre il 6 settembre si tiene il talk Audi Inspired by progress su innovazione e evoluzione.


All’Orto Botanico lo Studio Carlo Ratti ha progettato un’installazione, Natural Capital, sul ruolo delle foreste nel contrasto al cambiamento climatico, con l’obiettivo di far conoscere e comprendere al pubblico l’importanza di questo tema su cui oggi Eni è particolarmente impegnato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera