Parità di genere, giustizia razziale e diversità. Dazn in partnership con Common Goal

Condividi

Lo sport come importante leva di cambiamento per risolvere alcuni dei problemi più critici che coinvolgono la società. Nasce da questo presupposto la partnership che Dazn ha siglato con Common Goal, organizzazione benefica nata dall’impegno del mondo calcistico.

La piattaforma, spiega una nota, si è impegnata in una donazione di svariati milioni di dollari a cui si aggiunge l’1% del tempo e delle risorse dei suoi dipendenti in tutto il mondo per dar vita ad un progetto che si concentrerà su tre questioni radicate dentro e al di là del calcio: parità di genere, giustizia razziale e diversità culturale.

Nello specifico, promuoverà un dialogo aperto e costruttivo intorno a questi temi facendo leva sul potere dei contenuti e delle storie che caratterizzano il suo ecosistema di piattaforme, canali e partner. La piattaforma darà anche un forte impulso al cambiamento attraverso tutte le iniziative ad alto impatto sociale messe in campo da Common Goal e dagli altri partner che, a livello globale e locale, hanno l’obiettivo di ridurre le disuguaglianze.

“Il progetto Common Goal ha dimostrato che il calcio può realizzare la sua capacità di essere vera forza di cambiamento positivo per le persone e il pianeta solo quando il lavoro è di squadra”, ha affermato Jürgen Griesbeck, CEO e cofondatore di Common Goal, augurandosi che l’adesione di Dazn “ispiri altri stakeholder del settore a unirsi al progetto Common Goal”.

Per il giocatore del Manchester United Juan Mata, che ha co-fondato Common Goal nel 2017, la partnership “consentirà di raccontare le storie di molti giocatori attivisti e di giovani che nel mondo vengono positivamente influenzati dal nostro progetto”.

“Insieme a Common Goal vogliamo abbattere le barriere e le diseguaglianze nello sport e lavorare perché il mondo del calcio abbia un impatto positivo sulla vita delle persone”, ha aggiunto Nancy Elder, Chief Communication Officer di DAZN, il cui ruolo include la supervisione dell’impegno dell’azienda a favore di inclusione, protezione della diversità e uguaglianza.

DAZN si è inoltre impegnata a supportare direttamente diverse iniziative di Common Goal dedicate ai temi dell’equità di genere, della giustizia razziale e della diversità culturale. Tali programmi includono:
– Common Ground: programma che si pone l’obiettivo di raggiungere i giovani più colpiti dalla pandemia in Germania utilizzando il calcio di strada per sviluppare capacità e competenze fondamentali, con un approccio che non lascia indietro nessun adolescente, indipendentemente da genere, etnia, religione, abilità o orientamento sessuale.

– Global Goal 5 Accelerator: progetto mirato a promuovere l’equità di genere attraverso il calcio per incoraggiare la partecipazione delle ragazze ai programmi sui campi, aumentando la percentuale di allenatrici e fornendo alle organizzazioni programmi di formazione progettati da esperti sulla parità di genere nel calcio.

– Progetto antirazzista: programma volto a porre fine al razzismo nel calcio, che affronta questioni sistemiche attraverso un percorso di formazione specifica destinato a decision maker (inclusi proprietari, dirigenti e presidenti), allenatori (sia professionisti che di base), giocatori a tutti i livelli e tifosi.

– Play Proud: programma di scambio rivolto agli allenatori con l’obiettivo di rendere gli sport di base più inclusivi per i bambini e
i giovani LGBTQ+, in particolare quelli precedentemente esclusi, che educa e aggiorna gli allenatori riguardo all’inclusione giovanile, agli spazi sicuri e all’integrazione di chi viene emarginato.