Sostenibilità, cresce l’impegno: investimenti per il 68% delle imprese italiane

Condividi

Il 12 e 13 all’Università Bocconi di Milano la nona edizione del Salone della CSR e dell’innovazione sociale

E’ sotto gli occhi di tutti l’esplosione dell’interesse nei confronti dei temi legati al clima, all’inclusione, alla parita di genere, all’agricoltura biologica, eccetera. Il Salone della Csr e dell’Innovazione sociale, che da nove anni segue questi temi, registra una crescita dell’impegno delle aziende sul tema sostenibilità.

Le presenze

“Gli indicatori sono molti, a cominciare dal dato, rilevato da IPSOS, che mostra come il 68% delle imprese in Italia stia investendo in sostenibilità, con un’accelerazione proprio nell’ultimo anno, a conferma che la pandemia ha spinto le imprese a rinnovarsi”, dicono gli organizzatori del Salone, in programma il 12 e il 13 ottobre alla Bocconi di Milano.
Il dato riguarda sia le grandi imprese, che in larga parte confermano una presenza ormai storica, ma con oltre 20 aziende che partecipano per la prima volta, sia le PMI, che incrementano la loro presenza del 15%.
Fra i comparti, cresce la rappresentanza dal settore agroalimentare (+30% rispetto al 2020) e delle organizzazioni che si occupano di servizi, dalla gestione dell’acqua alle multiutility.

Nuovo approccio alla sostenibilità

“Grazie al Salone abbiamo potuto vedere come in dieci anni è aumentato l’impegno delle imprese ed è cambiato il loro approccio: oggi la sostenibilità è sempre più integrata nelle strategie di sviluppo dell’organizzazione”, Rossella Sobrero, del Gruppo Promotore del Salone, da sempre impegnata sulla comunicazione su questi temi.
“E questo non solo per le pressioni regolatorie sui temi ESG, che hanno portato a sostanziali modifiche nei sistemi di corporate governance”.