Alla Fondazione Mondadori si parla di editoria del futuro

Condividi

In omaggio a Arnoldo Mondadori a 50 anni dalla scomparsa

L’anniversario per i cinquant’anni dalla scomparsa di Arnoldo Mondadori sono l’occasione per una giornata di dibattito e di riflessione sull’editoria contemporanea e le sue prospettive future organizzata per domani, 7 ottobre, dalla Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e dal Gruppo Mondadori.

Animato da un’istintiva passione per il libro come fondamentale strumento di conoscenza, il fondatore della maggiore casa editrice libraria italiana, nato poverissimo e con in tasca solo la licenza di quinta elementare, è stato l’inventore della moderna editoria industriale – “La mia missione è dare un libro a tutti”, diceva – e un editore estremamente innovativo nella concezione del suo ruolo. Alla sua storia personale e imprenditoriale è dedicato un documentario di Chiara Brambilla, ‘In su la cima’, che verrà proiettato domani.

Il programma del convegno

Il convegno, moderato da Mario Calabresi, vuole esplorare la realtà e le prospettive dell’editoria contemporanea alla luce delle innovazioni tecnologiche e delle nuove modalità di fruizione del libro, con interventi che spaziano dall’analisi del mercato italiano e internazionale alle nuove frontiere come quelle di cui parleranno Helena Gustafsson, chief content strategy officer di Storytel, e Tinni Andreatta, vice president di Netflix Italia.

Dopo il saluto dell’amministratore delegato di Mondadori, Antonio Porro, interverranno Luca Formenton, editore del Saggiatore e nipote di Arnoldo; Enrico Selva Coddè, vice presidente di Mondadori Libri e ad dell’area Trade; Nùria Cabutí, ceo di Penguin Random House Grupo Editorial; Antonio Sellerio; Morgan Entrekin, presidente di Grove Atlantic; Tinni Andreatta.
Nella sessione pomeridiana sarà la volta di Achille Mauri, presidente delle Messaggerie Italiane; Carlo Feltrinelli; James Daunt, ceo delle catene librarie Barnes&Nobles e Waterstones; Stefano Mauri, ad del gruppo Gems; Helena Gustafsson; gli scrittori Andrea Gentile e David Grossman.

I lavori possono essere seguiti solo in diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di Fondazione Mondadori e sulla pagina LinkedIn del Gruppo Mondadori.