Festival Economia di Trento sarà di Trento

Condividi

Il contributo editoria punta su tre filoni: economia accademica, economia industriale e coinvolgimento del territorio.

A Trento dal 2 al 5 giugno 2022

Punti chiave

  • Economia accademica
  • Economia industriale
  • Coinvolgimento del territorio
  • Continuità e innovazione
  • Tamburini a capo del comitato scientifico ed editoriale

In concomitanza con l’apertura della 4a edizione del Festival dello Sport, sempre a Trento è stata presentata la nuova partnership tra Provincia di Trento e il Gruppo 24 Ore per l’organizzazione nei prossimi tre anni del Festival dell’Economia, a cominciare dalla prossima edizione che si svolgerà dal 2 al 5 giugno 2022.

Edoardo Garrone

Come ha spiegato in apertura il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti – al tavolo insieme all’ad del Gruppo 24 Ore, al direttore Fabio Tamburini e a Federico Silvestri, direttore generale e della concessionaria System, il presidente Edoardo Garrone in teleconferenza- il progetto presentato dal gruppo controllato da Confindustria è avvenuta dopo un percorso formale della giunta provinciale. “Un progetto aperto a collaborazioni con Comune e università di Trento con cui sono in atto interlocuzione che auspico sfocino in contributi fattivi”, ha detto Fugatti.

Silvestri, Tamburini, Fugatti e Cerbone

Lo stesso concetto del festival aperto è stato ribadito da Tamburini, che assumerà la presidenza del comitato scientifico ed editoriale del Festival dell’Economia. “L’evento sarà organizzato dal Sole, ma non sarà il Festival dell’Economia del Sole, ma il Festival dell’Economia di Trento”, ha sottolineato Tamburini, ribadendo l’obiettivo primario della valorizzazione del territorio. “Il Festival manterrà la caratteristica della accademia economica, ma ritengo non basti. Ci saranno altre due colonne fondamentali . Una è l’economia industriale perché un Paese che ha come asse portante il mondo delle imprese non ha mai avuto una politica industriale degna di questo nome e ha sempre penalizzato i filoni universitari collegati al mondo industriale. Credo sia un grave errore. Intendiamo valorizzare questo filone troppo spesso sottovalutato, mentre il terzo filone è quello dei rapporti con il territorio: avranno ruolo importante le imprese, non solo come spettatori, ma nell’organizzazione e nello svolgimento del Festival”.

Cerbone e Fugatti

Il presidente del gruppo editoriale Edoardo Garrone ha evidenziato la grande responsabilità assunta dal Sole nell’assumersi l’organizzazione dell’evento ma anche l’orgoglio di affrontare quella che ha definito “una bella sfida, perché siamo convinti con le nostre competenze di poterlo valorizzare ancora di più rispetto al passato soprattutto dal punto di vista dell’internazionalizzazione del Festival”.

“Il Sole ha una presenza storica a Trento”, ha detto, L’ad del Gruppo 24Ore Giuseppe Cerbone “una collaborazione con il prestigiosissimo Studio Frizzera, di grande rilevanza tecnica e professionale, e abbiamo sempre apprezzato la collaborazione con questa importante parte del Paese”.
Al Festival di Trento, ha aggiunto Cerbone, ci sarà “tutta l’autorevolezza del brand grazie alla sintesi con la nostra piattaforma multimediale”.

Fugatti e Tamburini
Fugatti e Tamburini

A proposito della composizione del comitato scientifico e di quello editoriale, Tamburini ha spiegato che se ne sta parlando con l’Università di Trento che “dovrà avere un ruolo perfino superiore a quello avuto fino ad oggi, perché i protagonisti saranno le forze che ci sono sul territorio”.

L’ad di 24 Ore System Federico Silvestri ha spiegato l’obiettivo di allargare ulteriormente il target dell’evento, puntando al coinvolgimento delle famiglie , della cittadinanza e dei giovani.

“Il Festival si svolgerà nel segno della continuità, ma portando elementi di innovazione”, ha dichiarato. “Potrà contare tra l’altro, sulla potenza di fuoco delle piattaforme del Gruppo 24 Ore, come Radio 24 e l’agenzia Radiocor, e sull’esperienza di una struttura come la nostra che ogni anno organizza oltre 120 eventi”.

Silvestri e Tamburini

“. E poi a Trento faremo la tappa più importante del nostro road show ‘Innovation day’ dove la spina dorsale dell’economia italiana, cioè la piccola e media impresa, avrà modo di confrontarsi con sé stessa e con i territori. Ci sarà anche un fuori Festival serale dedicato ai giovani e alle scuole: come gli influencer parlano di modelli economici, quanto bisogno c’è di formazione per approcciarsi al mondo del lavoro e quanto è fondamentale l’apporto dell’università per il panorama occupazionale. Non sarà mai un progetto chiuso, ma aperto a tutti i contributi”.

Infine, Silvestri ha spiegato che, pur mantenendo un palinsesto estremamente ricco, il programma – nelle edizioni precedenti – in 3 giorni 100 eventi, 4 o 5 contemporanei – verrà razionalizzato per valorizzare le iniziative più importanti.

Infine alla domanda maliziosa di una giornalista sul coinvolgimento dell’economista Giulio Tremonti Tamburini ha confermato che “porterà un contributo come economista e presidente di Aspen e non come ex ministro del governo Berlusconi. Con lui ci saranno personalità di posizioni opposte, perché il confronto tra idee diverse è sempre motore di crescita”.