Via alla settima edizione del Mia. Cinque giorni dedicati al business audiovisivo

Condividi

Franceschini: cinema sarà un settore trainante
Zingaretti: Bando Lazio Cinema International a 10 milioni di euro

Punti chiave

  • Mia al via
  • Top player
  • Fitto calendario di screening e proiezioni
  • Tendenze e modelli di business
  • Partner, sostenitori e sponsor
  • Evento certificato ISO 20121
  • Mia Digital
  • Franceschini: settore in forte crescita
  • Zingaretti: raddoppiato bando Lazio cinema

Stefano Accorsi, Phaim Bhuiyan, Marco Bellocchio, Fabrizio Bentivoglio, Alessandro Borghi, Alessandro Gassmann, Luigi Lo Cascio, Neri Marcorè, Valerio Mastandrea, Ferzan Ozpetek, Alessandro Rak, Giorgio Tirabassi, Zerocalcare: sono solo alcuni dei protagonisti dell’edizione 2021 di ‘Mia – Mercato Internazionale Audiovisivo’, diretto da Lucia Milazzotto, meta privilegiata dei top players del settore ed evento che si è affermato nel corso degli anni come uno dei più importanti eventi di Mercato in Europa per numero di presenze e risultati delle attività, al fine di incrementare l’esportazione di prodotto, le co-produzioni e le relazioni di business a livello internazionale.

Lucia Milazzotto

Una “cinque giorni”, a Roma dal 13 al 17 ottobre 2021, ricca di appuntamenti in cui il Mia presenterà oltre 350 nuovi contenuti (in sviluppo e in produzione). L’edizione di quest’anno conta 1.700 partecipanti da oltre 50 paesi. Di questi oltre il 90%, tra operatori internazionali e nazionali, parteciperà fisicamente all’evento, a riprova non solo della volontà da parte della comunità audiovisiva internazionale di tornare nuovamente a incontrarsi dal vivo, ma anche e soprattutto, del rinnovato interesse e fiducia verso la capacità produttiva italiana e il Sistema Paese.

A questi dati si aggiunge un fitto calendario di screening e proiezioni cinematografiche: più di 140, di cui 80 sono anteprime di mercato e anteprime mondiali, registrando un aumento del +30% nel numero di proiezioni cinematografiche. Con l’obiettivo di continuare ad anticipare le tendenze e i modelli di business del settore e sostenere l’ecosistema in modo efficiente nella prospettiva internazionale, il Mia ha rinnovato l’offerta di contenuti, strumenti di networking e di mercato, attraverso il potenziamento di tre divisioni: Scripted, curata da Gaia Tridente e nella quale convergono le sezioni Film e Drama; Unscripted, curata da Marco Spagnoli, che comprende Doc e Factual e Strategic Development – cui fanno capo anche i market screenings, i content showcase del film e le attività legate alla compravendita del prodotto completo – affidata a Francesca Palleschi.

Il Mia, lo ricordiamo, è nato e continua a crescere grazie alla consolidata joint venture tra Anica – l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Digitali presieduta da Francesco Rutelli – e Apa – l’Associazione Produttori Audiovisivi di Giancarlo Leone – e il rinnovato supporto di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ice (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), con il contributo di Mic (Ministero della Cultura), Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Lazio e programma Media dell’Unione Europea. Rinnovate anche per quest’anno le principali partnership del MIA, quali UniCredit, Apulia Film Commission e Fondazione Cinema per Roma, a cui si aggiungono nuovi sostenitori commerciali per il 2021, come Fastweb.

La settima edizione del Mia, nella scenografia unica dei palazzi storici del centro di Roma, distribuita tra Palazzo Barberini, Cinema Moderno e Cinema Quattro Fontane, per accogliere in totale sicurezza, in ambienti protetti e Covid proof, l’industria nazionale e internazionale dell’audiovisivo, all’insegna della sostenibilità ambientale. Mia, infatti, è uno dei pochissimi eventi audiovisivi in Europa che, già dalle precedenti due edizioni, può fregiarsi della Certificazione ISO 20121. L’attività on-site risulterà nuovamente potenziata dal Mia Digital, piattaforma online di chiara e facile navigazione, che consentirà a tutti gli operatori la fruizione digitale di tutte le attività e di tutti i servizi del Mercato anche dopo la fine dell’evento e offrirà la possibilità di accedere ad un vasto catalogo di contenuti multimediali inediti.

Mia 2021. Da sinistra: Carlo Ferro_Luca Zingaretti_Francesco Rutelli_Anna Ascani_Dario Franceschini_Giancarlo Leone_Flaminia Gennari Santori

Franceschini: cinema settore trainante

“Il Governo e il Parlamento hanno fatto un investimento molto importante in questi anni sul cinema. Il mercato dell’audiovisivo nel mondo sta crescendo enormemente e sarà uno dei settori più in crescita dei prossimi anni. L’Italia sta già esercitando e può esercitare un ruolo di guida”. Lo ha detto il ministro della cultura, Dario Franceschini, alla presentazione del Mia (Mercato internazionale audiovisivo) in corso oggi a Roma a Palazzo Barberini.

“Le misure sul tax credit, le nuove risorse e il grande investimento su Cinecittà hanno moltiplicato l’attrattività italiana. Il Fondo Cinema – ha proseguito il Ministro – è stato potenziato molto negli ultimi anni e stiamo lavorando affinché cresca ancora. Nel Recovery abbiamo previsto 300 milioni di euro da investire nel Centro Sperimentale di Cinematografia e su Cinecittà sia per l’adeguamento tecnologico degli studi, sia sull’ampliamento molto consistente degli spazi in un’area di Cassa Depositi e Prestiti. Investire sul cinema e sull’interno comparto dell’audiovisivo – ha sottolineato Franceschini – non è più soltanto un fattore culturale ma è soprattutto importante dal punto di vista economico. In questo momento intercettiamo una crescita enorme nel mercato globale per il cinema e l’audiovisivo e dovremo studiare delle sinergie per potenziare le possibilità e non vedere tutto come una concorrenza. L‘industria del cinema e dell’audiovisivo sarà uno dei settori trainanti della crescita economica italiana dei prossimi dieci anni”. Ha concluso il Ministro Franceschini.

Zingaretti: con il 90% di vaccinati Mia in presenza è tra le area più sicure d’Europa


“Visto il grande successo del bando di luglio Lazio cinema International abbiamo deciso di raddoppiare il fondo fino ad arrivare a 10 milioni di euro“. Ad annunciarlo, il governatore Nicola Zingaretti, oggi nel corso della presentazione della 7/a edizione del Mia, il Mercato Internazionale dell’audiovisivo che torna a Roma dal 13 al 17 ottobre. “Il Mia – dice Zingaretti – in anni difficili ha conquistato uno spazio non scontato nel panorama internazionale”. L’industria dell’audiovisivo “nella nostra regione è una novità di produzione culturale ma anche un pilastro della nuova economia che dobbiamo costruire finita la stagione del Covid e sul quale continueremo ad investire. Lo faremo in tutti i campi dell’industria dell’audiovisivo. Ci siamo concentrati sulla produzione, sulla distribuzione, sul sostegno alle sale e, ultimo, con un bellissimo bando sulle sceneggiature che favorisce una nuova generazione di sceneggiatori a entrare nel mondo del cinema, con risultati molto importanti. Dato il grande successo di Lazio Cinema International della finestra di luglio, che ha visto tantissimi progetti per un bando molto innovativo perché per la prima volta, forse, utilizza risorse europee nella produzione cinematografica e che ha visto negli anni oltre 180 case di produzione straniere venire da noi, abbiamo deciso – annuncia – di raddoppiare il fondo della finestra di luglio, che quindi arriva 10 milioni di euro, per soddisfare il maggior numero di produzioni possibile e rendere allettante venire in Italia e in questa regione, da tutto il mondo, a produrre”. Il fondo, prosegue, “si aggiunge ovviamente alle risorse che già abbiamo messo in campo con il fondo di produzione e sostegno alla produzione cinematografica”. Quanto al Mia, “che torna totalmente in presenza – dice – è una bellissima e grandissima vittoria italiana, simbolo della rinascita dopo il Covid”. Dopo due anni di pandemia e chiusure, aggiunge, “volevamo arrivare proprio qui: un grande evento di caratura mondiale che riprende in sicurezza, in presenza ed è un pilastro della rinascita italiana. E, permettetemi di dire, torna anche in una regione leader italiana sulla vaccinazione, perché siamo ormai oltre il 90% delle persone vaccinate con doppia dose. Quindi, chi arriverà qua da tutto il mondo si ritroverà in uno degli ambienti più sicuri d’Europa rispetto al Covid”. (ANSA).