Francesco Rtelli, Lucia Milazzotto, Lugi Di Maio e Giancarlo Leone

Leone: il governo crede nella crescita dell’audiovisivo

Condividi

Mai vista una tale passerella di politici al Mia come quest’anno. Alla conferenza di apertura erano presenti il Ministro della Cultura Dario Franceschini, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e la sottosegretaria del Mise Anna Ascani che ha partecipato anche a molti panel sull’innovazione tecnologica. Infine, dulcis in fundo, è intervenuto a chiusura addirittura il ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio. Prima d’ora non si erano mai visti tanti esponenti di governo al Mercato.

Francesco Rtelli, Lucia Milazzotto, Lugi Di Maio e Giancarlo Leone
Francesco Rtelli, Lucia Milazzotto, Lugi Di Maio e Giancarlo Leone

Che segnale è? abbiamo girato la domanda a Giancarlo Leone, president di APA, intercettato all’uscita della multisala The space mentre saluta il ministro Di Maio. “Più che della politica c’è stata una presenza delle istituzioni politiche perché il ministero degli Affari esteri, il ministero dello Sviluppo economico, il ministero della Cultura sono tre soggetti fondamentali, insieme all’Ice e a altre istituzioni, per la nascita e il consolidamento di questo mercato. Non dimentichiamoci che le istituzioni sono quelle che hanno consentito non solo al mercato ma anche alle produzioni di crescere con scelte lungimiranti quali il tax credit piuttosto che altre misure messe in piedi proprio dal governo.

Quindi la presenza qui fisica di membri del governo è il segno che il Paese e lo Stato credono in questo mercato e credono soprattutto nella crescita dell’audiovisivo”.