Paolo Dal Pino (foto LaPresse)

Dal Pino (Serie A): inaccettabili mancati contributi alle società; stop divieto sponsor betting

Condividi

Le società che hanno subito 1.2 miliardi di perdite a causa della pandemia

“E’ difficile comprendere come uno Stato non abbia a cuore un settore che negli ultimi 13 anni ha versato in contribuzione oltre 14 miliardi di euro. Noi assieme alla Figc abbiamo chiesto provvedimenti a costo zero atti a sostenere le nostre società che hanno subito 1.2 miliardi di perdite a causa della pandemia con gli stadi chiusi per oltre un anno. Spero che a breve venga posto rimedio a questa che chiamo una ‘dimenticanza’, sennò non sarebbe veramente accettabile”. Così il presidente della Lega di Serie A, Paolo Dal Pino, ha parlato dei mancati aiuti finanziari arrivati al mondo del calcio dal decreto fiscale dai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1. “Noi non abbiamo ricevuto ristori e in questo caso abbiamo chiesto solo la possibilità di dilazionare le scadenze di 6-9 mesi per i contributi 2021 -prosegue-, sono certo che il Parlamento in sede di conversione del decreto fiscale comprenderà le nostre ragioni”.

Assurdo il divieto in Italia sponsorizzazioni dal betting

“Trovo assurdo che non vengano adottate alcune misure, una su tutte è quella delle sponsorizzazioni dal betting che ci sono in tutta Europa: uno vede in tv le partite del campionato inglese con le sponsorizzazioni dal betting e sulle squadre italiane no, e questo ci ha comportato 120 milioni di perdita, che senso ha? Non costa niente al nostro Paese”. Ha aggiunto Dal Pino.

Presto avremo una data per finale Supercoppa in Arabia Saudita

La data per la Supercoppa italiana “non è ancora definita, abbiamo due date: una verso la fine di dicembre, il 22, e un’altra il 5 gennaio, stiamo parlando coi rappresentanti dell’Arabia Saudita. Abbiamo un contratto con loro, dovremmo giocare in Arabia Saudita, loro non avevano esercitato l’opzione per disputare la partita quest’anno, ora ci chiedono di farlo e dal nostro punto di vista è fondamentale onorare il contratto, ogni cosa che ci permette di valorizzare la nostra competizione è positiva. Sono certo che a brevissimo avremo una soluzione”. Così ancora a Rai Radio il presidente della Lega di Serie A.