Asc27 tra le tre selezionate da Eni per ‘Communications Data Mining’

Condividi

Marco Pratellesi è diventato senior Vice President in Asc27 startup che crea prodotti di AI per la cyber security e l’editoria. Asimov, in particolare, è una piattaforma che permette ai giornalisti di utilizzare la AI in modo semplice.
Asc27 ha vinto l’importante gara ‘Communications Data Mining‘ di Eni, in collaborazione con Cariplo Factory.

L’iniziativa di open innovation orientata al data analytics con lo scopo di monitorare e ottimizzare i processi di comunicazione e le interazioni con gli stakeholder ha selezionato 3 realtà: BLACKBIRD.AIDATRIX e ASC27.

Qui di seguito il comunicato ufficiale:

Queste startup avvieranno un percorso di approfondimento con Eni per individuare possibili aree di cooperazione, riservandosi la possibilità di attivare una futura collaborazione. I team di innovatori potranno confrontarsi con Eni e, con il supporto di Cariplo Factory, mettere alla prova il potenziale innovativo dei loro prodotti e servizi in un settore di grande rilevanza e in mutamento costante come quello delle Communications.

Focus sulle startup che sono state selezionate:

• Area Criticalities Detection, la società scelta è BLACKBIRD.AI, una startup Californiana fondata nel 2017 in grado di distinguere fake news e campagne di disinformazione digitale, riguardanti brand e organizzazioni.

• Area SDGs intelligence la società scelta è DATRIX, startup milanese nata nel 2018, sviluppa soluzioni software e servizi sostenibili di augmented analytics e machine learning.

• Area Automated Dataviz, la società scelta è ASC27, sviluppa una serie di soluzioni basate sull’intelligenza artificiale e cyber security.

Il Selection Day è il risultato di un percorso progettuale iniziato a luglio con il coinvolgimento delle unità di Comunicazione esterna e Digital & Information Technology di Eni e la definizione degli ambiti di innovazione con i relativi obiettivi. 74 le startup e PMI innovative che sono state analizzate in vista del momento di selezione finale.

Tre le aree di interesse su cui si è focalizzata la ricerca:

Criticalities Detection: monitorare eventi anomali e critici nel settore industriale, con particolare riferimento al fenomeno delle fake news; cogliere tempestivamente i «segnali deboli» al fine di impostare contromisure anticipatorie; integrare i sistemi di alerting per l’anomaly o event detection con quelli di monitoraggio dei media.

SDGs intelligence: monitorare la reputazione aziendale, analizzare i Big Data provenienti dal web per restare in continuo aggiornamento real-time con i trend del momento; comunicare e ingaggiare degli stakeholder al fine di migliorare la comprensione della percezione reputazionale dell’azienda.

Automated Dataviz: rappresentare i dati, dal tecnicismo alla comunicazione, un’attività sempre più rilevante sia per i comunicatori che per le audience; creare algoritmi generativi in grado di chiudere il gap tra comunicato e percepito.