Francia, anche Facebook pagherà gli editori per ‘diritti connessi’

Condividi

Dopo Google, anche il social è arrivato ad un accordo con l’Alliance de la presse d’information generale

Dopo Google, anche Facebook ha firmato un accordo quadro che apre la strada alla remunerazione di una parte della stampa quotidiana francese sulla base dei “diritti connessi”, la nuova normativa simile al diritto d’autore creata nel 2019 e dalla quale sono scaturiti duri negoziati fra editori e il gigante del web.

L’annuncio è arrivato dallo stesso social.

L’accordo è stato firmato con l’Alliance de la presse d’information generale (Apig), principale organizzazione dei professionisti della stampa francese, che rappresenta in particolare i quotidiani nazionali e regionali.