Accordo su digital tax. Gli Usa tolgono i dazi su alcuni paesi Ue

Condividi

Stati Uniti e alcuni paesi europei – Gran Bretagna, Austria, Francia, Spagna e Italia – hanno raggiunto un accordo che mette fine alla disputa sulla digital tax.

Le parti si sono impegnate “verso una nuova soluzione multilaterale”, con gli Stati Uniti che ritireranno i dazi punitivi imposti su alcuni prodotti.

“Queste riforme stabiliranno un sistema fiscale più equo, più stabile e maggiormente in grado di soddisfare le esigenze dell’economia globale del 21° secolo”, si legge nella nota pubblicata sul sito del Ministero delle Finanze a proposito dell’accordo sulla digital tax.
“Abbiamo raggiunto l’accordo nell’ambito della storica intesa all’Ocse sulla tassazione internazionale”, si legge nella nota l’ufficio del rappresentante del commercio americano, nella quale si precisa comunque che gli Stati Uniti “continuano a opporsi all’attuazione di tasse unilaterali” da parte dei partner commerciali.

Le tasse sui guadagni delle big del tech avevano provocato molte tensioni tra Usa e Ue, soprattutto negli ultimi mesi della presidenza Trump. L’opposizione americana aveva anche causato diversi ritardi nei lavori Ocse, al punto che Angel Gurria, segretario generale dell’Organizzazione, aveva paventato il rischio di una “guerra commerciale”.