Black Friday. Ci si informa online ma si compra quasi sempre nei negozi tradizionali

Condividi

Gli italiani iniziano a prepararsi al Black Friday (e al Natale) con largo anticipo: su ShopFully boom del +160% di letture dei volantini di prodotti di elettronica

Il Black Friday è una ricorrenza sempre più attesa dagli italiani che, sempre di più e con sempre maggiore anticipo, iniziano a cercare online le migliori occasioni. Proprio per questo, nel periodo che precede il venerdì nero, i marketplace online registrano un boom delle letture di contenuti in App e Web, soprattutto legati a prodotti dell’elettronica.

ShopFully fa sapere, ad esempio, che sui suoi portali DoveConviene, PromoQui e VolantinoFacile nel periodo che precede il Black Friday aumentano infatti le ricerche legate a piccoli elettrodomestici del +51%, televisori +33% e gaming del +23%. Un altro trend importante che si consolida è che gli italiani sfruttano questo momento come un’occasione per prepararsi agli acquisti di Natale. Aumentano infatti anche le ricerche di prodotti inerenti all’arredamento con +38%, giochi e infanzia con +81% e prodotti dedicati agli animali con +12%.

In questo contesto, il ruolo centrale del canale fisico rimane un punto fermo: oltre il 90% degli acquisti infatti avviene ad oggi all’interno dei negozi tradizionali. Tuttavia brand e retailer sono chiamati a relazionarsi con un consumatore sempre più digitale, che in circa il 70% dei casi si informa online, attraverso il proprio smartphone, sugli acquisti che effettuerà in store. Ed è proprio attraverso lo smartphone che si giocherà la partita principale della digitalizzazione del Retail. Secondo una survey condotta da ShopFully su 30 top manager di aziende leader di Retail e Largo Consumo, 7 di loro su 10 affermano che entro tre anni sarà proprio attorno a questo device che ruoterà il rapporto fra il negozio fisico e il consumatore. Questo avrà un impatto molto forte anche sulla comunicazione di offerte e promozioni che, per l’80% dei leader di Largo Consumo e Retail, saranno erogate esclusivamente o prevalentemente in digitale, e saranno personalizzate per cluster o per singolo cliente. Una tendenza che vediamo già oggi, con ben il 95% dei top manager che dichiara di investire attualmente nel volantino digitale e nel Proximity Marketing, con l’intenzione di aumentare gli investimenti negli anni a venire.

“Ci avviciniamo ad uno dei momenti in assoluto più caldi dell’anno per lo shopping e il settore Retail si deve interfacciare con un consumatore che, ancora di più nel post-pandemia, vuole fare acquisti nei negozi fisici, è sempre più digitalizzato e cerca nel fisico i servizi aggiuntivi che il digitale può offrire” commenta Marco Durante, VP Sales & Marketing Italia di ShopFully. “Sempre di più i negozi avranno la necessità di implementare nuove forme di relazione con il consumatore ed esse passeranno necessariamente per lo smartphone”.