Ansa.it, stop alle news gratuite

Condividi

ANSA chiede il supporto dei propri lettori per continuare a offrire un’informazione di qualità

Novità in casa Ansa. A partire da oggi, 26 ottobre, il portale dell’agenzia – Ansa.it – sarà consultabile gratuitamente ma con un limite di 30 articoli ogni 30 giorni. Questa è la nuova linea per la modalità di consultazione del sito, per cui – si legge in una comunicazione – i lettori sono invitati già da ora ad “aderire a una delle offerte a pagamento dedicate” per continuare ad accedere senza limitazioni alle news di Ansa.

“Per te che ti sei registrata/o prima del 26 ottobre abbiamo riservato alcuni vantaggi esclusivi”, si legge ancora nella nota. Vantaggi che includono:

• la possibilità di accedere liberamente e gratuitamente ai contenuti di ANSA.it fino al 25 novembre. A partire da questa data la navigazione sarà soggetta alle già citate limitazioni (30 articoli ogni 30 giorni): sarà quindi richiesto di sottoscrivere un abbonamento per continuare a navigare senza limiti.

• un’offerta esclusiva per abbonarsi, valida dal 26 novembre al 31 dicembre 2021.

Per scoprire le condizioni riservate ai lettori, dopo essersi autenticati, si viene invitati a cliccare a questo link per prendere visione delle Condizioni Generali di Servizio.

Il resto è poi spiegato bene nella pagina delle FAQ, le domande più frequenti. Tra cui questa:

Perché mi viene richiesto di abbonarmi? Perché devo pagare per leggere le notizie?

La risposta è: “ANSA chiede il supporto dei propri lettori per continuare a offrire un’informazione di qualità, affidabile e certificata. Il giornalismo professionale sostiene alti costi per poter garantire lo standard elevato che i lettori si aspettano; per questo chiediamo ai nostri utenti un piccolo contributo, importante per il lavoro della nostra Agenzia. L’abbonamento viene richiesto solamente ai lettori di ANSA.it che consultano più di 30 articoli ANSA.it nell’arco di 30 giorni consecutivi, mentre resta libera la consultazione della home page del portale e delle home page dei canali e delle singole sezioni del sito”.