Facebook, Zuck si difende: campagna coordinata per creare falsa immagine

Condividi

Alla presentazione dei conti trimestrali (sotto le attese) il ceo difende la sua creatura. Ma intanto potrebbe arrivare una nuova grana con la Sec

Il 28 ottobre è in programma l’assemblea annuale degli sviluppatori di Facebook. Se verranno confermate le indiscrezioni, Mark Zuckerberg potrebbe annunciare ufficialmente il rebranding del suo impero social e il nuovo assetto della società.

Nuova indagine Sec in vista

Il social intanto nelle ultime settimane ha dovuto affrontare diversi colpi che ne hanno messo in discussione l’immagine, rinfocolando l’attenzione di politica e legislatori. Da ultimo, secondo il New York Times, potrebbe intervenire anche la Sec. La Consob americana ha ricevuto diverse denunce tramite documenti interni che mostrano come Facebook avrebbe mostrato agli investitori un quadro più roseo di quello reale. La commissione potrebbe imporre sanzioni salate nel caso accertasse che gli investigatori sono stati ingannati ma anche imporre limiti ai vertici della società.

La difesa di Zuckerberg

“Le critiche in buona fede ci aiutano a migliorare ma penso che stiamo vedendo uno sforzo coordinato per usare selettivamente documenti trapelati per dipingere una falsa immagine della nostra compagnia”, ha detto Zuckerberg presentando la trimestrale di Facebook.
“La realtà è che abbiamo una cultura aperta che incoraggia la discussione e la ricerca sul nostro lavoro, in modo che possiamo fare progressi su molte questioni complesse che non sono specifiche solo per noi”, ha aggiunto, reagendo ai nuovi attacchi.

I conti di facebook

Intanto, sul fronte dei conti, i ricavi del social si sono attestati a 29,01 miliardi di dollari, contro i 21,47 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2020, ma sotto le previsioni degli analisti. Nonostante le difficoltà, il gruppo fondato e guidato da Mark Zuckerberg ha visto gli utili salire del 17% a 9,1 miliardi di dollari.
Il social per il prossimo trimestre ha comunicato di attendersi un fatturato compreso tra 31,5 e 34 miliardi di dollari, sempre sotto le stime di mercato.

Comunicazioni separate per i Labs

Inoltre, a partire dal quarto trimestre, Facebook comincerà a divulgare separatamente i risultati finanziari dei Reality Labs, che finora erano integrati con quelli delle altre app del gruppo. Una mossa che potrebbe davvero far ipotizzare l’imminenza di un cambio di assetto societario.

I Labs si occupano dei progetti più innovativi di Facebook, come il ‘metaverso‘, Ia nuova piattaforma su cui la società punta per il futuro. “Ciò fornirà agli investitori ulteriore visibilità sugli investimenti che stiamo facendo nella realtà aumentata e virtuale” , ha spiegato Mark Zuckerberg in un post.

“Nel 2021, prevediamo che questi investimenti ridurranno il nostro utile operativo complessivo di circa 10 miliardi di dollari e mi aspetto che la cifra cresca ulteriormente nei prossimi anni. Si tratta di una delle principali aree di investimento per noi e una parte importante della nostra strategia”, ha aggiunto.
Oltre alla creazione del metaverso, la divisione già produce alcuni dispositivi, come il visore Oculus Quest e la linea di speaker Portal.