Tataranni da record. Ma strappando consensi al Collegio

Condividi

La fiction di Rai1 con Vanessa Scalera protagonista, al decollo con la prima puntata fa meglio che nella prima stagione. Il Collegio conquista il secondo posto, ma perde una fetta rilevante di consensi rispetto alla precedente edizione. E molto del pubblico venuto a mancare ha scelto di vedere la storia dell’ammiraglia pubblica.

I Punti chiave

  • Concorrenza strisciante tra Imma Tataranni e Il Collegio. Inevitabile la collisione tra prodotti così popolari
  • Profili di ascolto e target di riferimento: entrambi programmi ‘femminili’. La più ‘anziana’ Imma – sottraendo pubblico al docureality – lo ha ringiovanito di tre anni
  • Target dinamici: in 660 i transfughi da Rai2 a Rai1

‘Imma Tataranni’ è una garanzia di successo per Rai1. La fiction con Vanessa Scalera protagonista ha raccolto ieri, martedì 26 ottobre, oltre 5,235 milioni di spettatori ed il 24,7%. ‘Tataranni 2’ quindi ha fatto meglio della prima puntata della prima edizione. Oro, praticamente, in una stagione in cui è stata la regola per le produzioni di Viale Mazzini non riuscire a raggiungere, pur continuando a vincere, i risultati degli anni precedenti.

Vanessa Scalera e Carlo Buccirosso in un momento della prima puntata di Imma Tataranni 2

Quella di Viale Mazzini di ieriin prima serata, complessivamente, è stata una buona prestazione Auditel. Dietro il giallo soft ambientato tra i sassi di Matera, infatti, è arrivata la prima puntata del docureality ‘Il Collegio 6’. Che era stato un vero fenomeno, in particolare, nelle due ultime edizioni trasmesse in tempi di pandemia, e spinte, quindi, anche dall’alto livello di penetrazione del mezzo e i vincoli alla mobilità. ‘Il Collegio’ aveva risollevato la media di ascolti non sempre esaltante di Rai2 raggiungendo quasi 2,5 milioni di spettatori giovani e fedeli.

Tornando al contesto concorrenziale e al complesso dell’offerta Rai al martedì, non è stata una novità la prestazione poco brillante di Bianca Berlinguer e ‘#Cartabianca’. Il talk in cui è tornato tra gli ospiti fissi Mauro Corona, infatti, è arrivato terzo tra i talk politici, dietro Giovanni Floris e Mario Giordano.

Il taglio dei capelli, momento chiave de Il Collegio

Concorrenza strisciante tra Imma Tataranni e Il Collegio. Inevitabile la collisione tra prodotti così popolari

Dietro ‘Il Collegio’, comunque, sono arrivati il film di Canale5 e ‘Le Iene’ su Italia 1, in forte flessione. Rispetto al bilancio delle due edizioni precedenti, il format fortemente voluto su Rai2 da Ilaria Dalla Tana e ora prodotto da Banijay Italia, ha però come anticipato perso una fetta ampia del suo seguito. La prima puntata ha conseguito 1,719 milioni di spettatori pari all’8,5% di share, dopo la presentazione a 1,592 milioni e il 6,4%. Era opportuno, per una rete in cerca di ossigeno come Rai2, puntare una delle proprie fiches più importanti in una serata tv così affollata di proposte forti e rischiando di venire colpita anche da un po’ di fuoco amico?

Profili di ascolto e target di riferimento: entrambi programmi ‘femminili’. La più ‘anziana’ Imma – sottraendo pubblico al docureality – lo ha ringiovanito di tre anni

L’analisi dei profili di ascolto dei due programmi offre subito una prima considerazione intuitiva. Rispetto alla puntata dell’ottobre 2020, quella di ieri del docureality di Rai2 mostra di avere un’età media più bassa di tre anni, in discesa da 41 a 38 anni. Sono stati gli spettatori più ‘anziani’, quindi, tendenzialmente, a tradire ‘Il Collegio’ per ‘Imma’.

Alcune delle differenze nella composizione del pubblico che ieri ha scelto il programma di Rai1 e quello che ha optato per quello di Rai2 sono ovvie, altre meno.  Le elaborazioni di Studio Frasi dicono che si tratta di trasmissioni con una prevalenza di donne all’ascolto: il 64% circa per Tataranni, il 56,2% per ‘Il Collegio’. Anche in termini di classi di età, le distanze sono marcate. Il programma di Rai2 fa il 46,6% tra gli 11-14enni e va sotto il 5% tra gli over 55. Mentre quello di Rai1 supera il 33% tra gli over 65, e raggiunge il 9% tra gli 11-14. Interessanti anche le indicazioni sulle preferenze territoriali. ‘Imma Tataranni’ va fortissimo al centro sud (con share al 47,4% in Basilicata e superiore al 30% in Campania, Lazio, Sardegna, Marche, Molise, Puglia), ma è meno apprezzato al nord, mentre è meno rilevante la latitudine come discrimine delle preferenze per il reality.

Target dinamici: in 660 i transfughi da Rai2 a Rai1

I programmi, in sostanza, sono molto diversi tra loro. Ma indubbiamente una ‘collisione’, se non una cannibalizzazione c’è stata. Alla fine fa capire bene cosa sia successo un’altra elaborazione di Studio Frasi. Tra gli indicatori utili per capire se la fiction di Rai1 e il format di Rai2 si sono fatti la guerra tra di loro, è interessante verificare i movimenti dei ‘target dinamici’. Emerge che ben 663 mila degli spettatori che ieri hanno scelto e guardato la prima puntata di ‘Imma Tataranni, Sostituto Procuratore’, avevano visto la prima puntata da quasi 2,5 milioni di spettatori della edizione numero 5 de ‘Il Collegio’. Più o meno quelli che ieri sono mancati a Rai2 per avvicinarsi al bilancio degli anni passati.