Non c’è solo il Black Friday: nel 2021 è Black November

Condividi

Nel 2021 il Black Friday cade il 26 novembre e la maggior parte dei retailer sta già lavorando alla scontistica di prodotto e alle offerte dedicate.

Anno dopo anno le vendite inerenti al Black Friday mostrano un trend di crescita a doppia cifra ma c’è un altro trend rilevante per chi opera nel settore del marketing e delle vendite: l’interesse e le ricerche online su offerte e promozioni si intensificano già nei primi giorni del mese di Novembre.

Black November

Citynews, grazie al suo posizionamento mainstream e al Magazine Black Friday firmato Today.it, ha avviato da anni un osservatorio sul Venerdì Nero e, con riferimento all’edizione 2020, ha confermato che può essere anacronistico osservare il solo Black Friday mentre sarebbe più coerente parlare a tutti gli effetti di Black November.

Affermazione che trova sostegno anche nel report annuale di Idealo sull‘e-commerce italiano, secondo cui l’intero mese di novembre 2020 avrebbe fatto registrare un’impennata di interesse (intenzioni di acquisto) del +65% rispetto allo stesso mese del 2019.

Inoltre, dall’indagine è emerso un altro trend importante da osservare, ossia che l’88% degli intervistati italiani utilizzi il digitale per informarsi prima di acquistare, sia online che nello store fisico.

Black November e la sfida per i retailer

Molti retailer si trovano quindi nella necessità di comunicare a due target differenti, i webroomers da una parte (coloro che si informano online per poi finalizzare l’acquisto in negozio) e gli online shoppers dall’altra (gli utenti che iniziano e concludono online il loro percorso di acquisto), entrambi accomunati dal forte consumo di infocommerce online.
Citynews, grazie alle caratteristiche intrinseche nel suo DNA, riesce ad offrire soluzioni efficaci per entrambe le esigenze: soluzioni drive-to-ecommerce alle aziende interessate agli online shoppers e soluzioni drive-to-store, grazie alla capacità di placement targeting, mirate invece ai webroomers.


Branded Content e Data Driven Optimization

Entrambe le soluzioni si basano sulla valorizzazione del know-how di Citynews, da un lato in ambito Branded Content e dall’altro, nell’ambito delle soluzioni Data-Driven, grazie ad una Digital Stack interamente proprietaria che comprende una DMP all’avanguardia, che utilizza esclusivamente dati di prima parte (100% cookie-free e GDPR Compliant) per monitorare e categorizzare interessi, aree geografiche di riferimento, dati socio demografici e propensione all’acquisto dell’Audience Citynews.