‘Decode39’, il nuovo sito che racconta l’Italia all’estero

Condividi

La nuova missione dell’Italia all’estero, in senso giornalistico, si chiama Decode39.
Si chiama così il sito, spin off di Formiche.net, che racconta il nostro Paese fuori dai confini. Lo fa quotidianamente in due versioni, inglese e araba. Il numero 39 del nome è il prefisso internazionale per chi ci chiama dall’estero. Sulla homepage di Decode39, il payoff ‘Geopolitical insights from Italy’.
“Decode39 è l’Italia raccontata dell’Italia. L’obiettivo è approfondire le grandi partite geopolitiche, tenendo fisso il ruolo del nostro Paese, che nelle relazioni internazionali è centrale”, spiega la direttrice Valeria Covato.

Valeria Covato, direttrice di Decode39

La redazione è formata da 5 giornalisti, che lavorano con la collaborazione dei colleghi di Formiche.net e un team di traduttori. La direttrice Covato ha 37 anni ed è anche condirettrice di Formiche.net, dove è entrata una decina d’anni fa.

L’evento

Decode39 è già online, ma sarà ufficialmente presentato in dicembre con un evento fisico, che comprenderà anche un incontro e tavola rotonda sulla Libia.
Parteciperanno ospiti delle istituzioni e della politica sia italiani sia libici. Perché – ha verificato anche la recente storia di Formiche.net – “gli eventi sono un’occasione di confronto, per ampliare la nostra comunità, un’opportunità per i nostri lettori di sentirsi coinvolti”, aggiunge la direttrice.

Il sito Decode39

L’errore

L’errore più diffuso, analizza Covato, in chi racconta all’estero l’Italia è appiattirsi sulla cronaca, senza ulteriori approfondimenti, mentre “c’è grande sete d’informazione nei lettori“.
Informazione soprattutto sul mondo arabo. La versione araba di Decode39 è infatti quella che più incuriosisce. Tanto che “le nostre analisi hanno già attirato i riflettori di diversi think tank americani e media esteri, dalla Bbc ad Al Jazeera, da Al Arabiya al giornale saudita al-Watan fino a quello emiratino al-Ittihad. Nel Nord Africa i nostri articoli sono apparsi sul sito libico al-Wasat e quello egiziano al-Masry al-Youm, per citarne alcuni”.

Decode39 verso l’Expo

Decode39 non ha d’altra parte concorrenti nell’affrontare una politica mediterranea con cui l’Italia ha rapporti strategici molto stretti. Oltre il bacino del Mediterraneo, presto poi – grazie anche all’Expo di Dubai – il sito di dovrebbe espandersi al mondo arabo più allargato.
Sempre mantenendo il focus sulla geopolitica, chiave che caratterizza anche Formiche, declinata sia in politica sia in economia sia – con sempre maggiore attenzione – in tecnologia e transizione ecologica.