You.com, il motore di ricerca che sfida Google puntando su social e privacy

Condividi

You.com è il motore di ricerca che ha debuttato pochi giorni fa grazie a un finanziamento di 20 milioni di dollari da società di venture capital e dall’amministratore delegato di Salesforce, Marc Benioff.

You.com è il motore di ricerca che ha debuttato pochi giorni fa grazie a un finanziamento di 20 milioni di dollari da società di venture capital e dall’amministratore delegato di Salesforce, Marc Benioff.

You.com, al momento ancora in fase beta, punta tutto sulla privacy e su un approccio alla ricerca completamente diverso da quello di Google presentando i risultati in una griglia di piastrelle che separa le informazioni in base ai tipi di ricerca come siti, video YouTube, tweet e TikToks.

You.com si unisce quindi alla lista di imprese che tentano di afidare il gigante della ricerca Google che ha una market share media mondiale dell’86,64%.

Libero/Tecnologia spiega come funziona e come guadagna You?

Come funziona il motore di ricerca You?

Dopo aver inserito le parole da cercare in You e aver avviato la ricerca, i risultati ottenuti vengono mostrati in modo particolare: a blocchi con scorrimento (in pratica uno swipe) orizzontale. Il primo blocco contiene i classici risultati dal Web, simili a quelli che offre Google.

Il secondo blocco è sempre dedicato ai contenuti presenti su Reddit per quelle chiavi di ricerca. Poi ci sono i “Quick Facts“, molto spesso pescati da Wikipedia, e le ricerche correlate. In base al tipo di ricerca, poi, possono comparire blocchi con contenuti provenienti da YouTube, TikTok, Instagram, Linkedin o altri social. Non manca il box con la mappa, in caso di ricerche di attività commerciali o luoghi pubblici.

Ognuno di questi blocchi contiene più contenuti, che l’utente può scorrere facendo uno swipe verso destra o sinistra sul cellulare o, da desktop, facendo click sulle frecce ai lati dello schermo.

Difficile valutare la qualità dei risultati di ricerca, perché al momento You è focalizzato soprattutto sui contenuti in lingua inglese e su piattaforme americane (fatta salva TikTok, che è cinese ma in America sta spopolando).

Come guadagna You?


Google è usato da praticamente tutti, ma praticamente tutti si lamentano del fatto che il motore di ricerca raccolga una enorme quantità di informazioni personali sull’utente per somministrare pubblicità personalizzata.

You dichiara di non somministrare pubblicità targettizzata ai suoi utenti, ha una modalità privata (equivalente alla modalità incognito di Google) e dichiara di non vendere i dati dei suoi utenti agli investitori pubblicitari. A dirla tutta, poi, You ancora non ha nemmeno una pubblicità, ma dichiara che in futuro l’avrà.

Ma, allora, da cosa guadagna You? Al momento da nulla: è totalmente in perdita e i suoi creatori affermano che in futuro troveranno un modo per monetizzare il progetto, ma che sarà rispettoso della privacy degli utenti. La priorità, al momento, è farsi conoscere e sviluppare il progetto.