Alfonso Signorini (foto Lapresse)

“Siamo contrari all’aborto”. Signorini scatena una bufera social

Condividi

Bufera sui social per l’affermazione del conduttore del Grande Fratello Vip.

“Siamo contrari all’aborto in ogni sua forma”. E’ questa l’affermazione che ieri sera Alfonso Signorini ha pronunciato durante la conduzione del Grande Fratello Vip su Canale 5. Frase rilasciata a margine di un colloquio con il concorrente Giucas Casella, che ha scatenato una bufera di polemiche.

Nonostante lo tsunami mediatico provocato dall’affermazione Signorini con un tweet ha confermato la posizione: “Tra i diritti civili per i quali mi batto da sempre ci sono il rispetto e la difesa della libertà di pensiero. Un principio che difendiamo, anzi difendo, con assoluta fermezza. Indipendentemente dai miei gruppo di lavoro”.

Lucarelli: a nome di chi crede di parlare Signorini?

“Caro Alfonso Signorini, non so a nome di chi credi di parlare, ma noi abbiamo votato a favore dell’aborto con un referendum che ha la mia etá, quindi fammi questo favore: parla per te e per il tuo corpo, visto che non rappresenti né il paese né il corpo delle donne”. Scrive su Twitter Selvaggia Lucarelli.

Adinolfi: sposo le sue parole

‘Noi siamo contrari all’aborto in ogni sua forma’. Sposo ovviamente le parole di Signorini, spero che il politicamente corretto/corrotto non lo costringa a precisazioni. L’idea prolife deve aver diritto di cittadinanza”. Lo scrive su twitter Mario Adinolfi.

Mannoia: Ma noi chi?’

“Ma noi chi? Noi chi??????”. Sei punti interrogativi quelli di Fiorella Mannoia su Twitter rivolti ad Alfonso Signorini.

Brosio: ha fatto bene, chi è favorevole ad aborto ha mani insanguinate

“Alfonso ha fatto benissimo ad esprimere la sua idea in modo chiaro nel corso della puntata del Grande Fratello, non deve chiedere scusa proprio a nessuno. Chi è favorevole all’aborto ha le mani insanguinate”. E’ il pensiero che Paolo Brosio esprime all’Adnkronos intervenendo nell’accesa polemica social scatenatasi dopo le esternazioni del conduttore Alfonso Signorini sull’aborto nel corso della puntata di ieri del Grande Fratello. “Il diritto alla vita non è il diritto individuale -incalza Brosio- Si tratta della salute di una vita, di una vita che inizia ad avere forma”. Sull’uso del ‘noi’ da parte del conduttore del Gf Vip nell’esprimere la propria opinione, che sta facendo discutere il web, Brosio osserva: “Forse intendeva ‘noi’ che abbiamo una formazione cattolica, perché so che anche Alfonso è molto devoto. Anche se per molte cose si allontana dalla cultura cattolica, però è molto credente”. Brosio, che ha partecipato al Gf proprio lo scorso anno, sottolinea: “Io per primo nella mia vita sono stato molto libertino, ma quando ti avvicini a Dio devi fare in conti con Dio”.

Endemol: esprimiamo distanza dalle posizioni di Signorini’

L’aborto “è diritto di ogni donna sancito dal nostro ordinamento. Pur rispettando le posizioni di ognuno, come Endemol Shine Italia esprimiamo la nostra distanza dalla personale posizione” di Alfonso Signorini. Con un post su twitter la Endemol Shine Italia, società produttrice del Grande Fratello Vip, prende le distanze dalle affermazioni del conduttore del programm. “In tutte le comunità e in tutti i gruppi di lavoro le opinioni possono essere diverse – dice Endemol – e Grande Fratello si distingue da sempre per essere attento a tutte le evoluzioni della società e al rispetto dei diritti civili”.

Meloni: Signorini vittima di linciaggio mediatico on line

“In queste ore, Alfonso Signorini è vittima di un vero e proprio linciaggio online per aver espresso un’opinione che può essere condivisibile o meno sull’aborto. Mi rammarica apprendere che, questa aggressione a suon di offese e insulti, provenga e sia fomentata dagli stessi che si ergono a paladini del rispetto e dei diritti. La mia solidarietà ad Alfonso Signorini: in democrazia non può esistere un pensiero unico. Fatevene una ragione”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

Battisti (Pd): Lasci stare i diritti delle donne

“È andato in scena ieri sera un siparietto raccapricciante al Grande Fratello, con Signorini che ha dichiarato ‘noi siamo contrari all’aborto in ogni sua forma, anche a quello di un cane’. Un ‘noi’ dal sapore di condivisione unanime, detto in prima serata in una trasmissione ‘generalista’, vista da milioni di persone e capace, quindi, di influenzare milioni di persone. Ma, esattamente, a nome di chi parla Signorini?” Così su Facebook la vicesegretaria del Partito democratico del Lazio, Sara Battisti. “Non a nome mio – spiega – non a nome delle donne e degli uomini che hanno votato oltre 40 anni fa a favore dell’aborto. Non a nome delle donne che sono morte per le pratiche abortive illegali. Allora Signorini ci dicesse a chi si riferiva con questo plurale e ci facesse la cortesia di tornare a parlare di gossip lasciando stare i diritti delle donne”.