Radio Italia passa in concessione a Rai Pubblicità

Condividi

Mario Volanti esce dall’orbita di Manzoni e del gruppo Gedi per  approdare nella concessionaria dell’emittenza pubblica guidata da Giampaolo Tagliavia.

Approdo in Rai Pubblicità per Rismi. Altro passaggio di partner nella storia commerciale decisamente intensa del gruppo di Mario Volanti.

Radio Italia Solo Musica Italiana approda nella concessionaria dell’emittenza pubblica guidata da Giampaolo Tagliavia. E nel pacchetto di Rai Pubblicità, in particolare, va ad apportare ‘numeri’ e target quanto mai sinergici con quelli delle emittenti di Radio Rai. 

Tagliavia e Volanti

Posizionamenti e formati appaiano perfettamente mixabili. Volanti esci quindi fuori dall’orbita di Manzoni e del gruppo Gedi. Mentre, prima della trattativa decisiva con Rai Pubblicità, a quanto pare, non sono andate in porto altre potenziali piste di collaborazione con alcuni degli altri big player del mercato che potevano corteggiare Radio Italia senza vincoli legati a questioni di trust.

Nel primo semestre del 2021, secondo TER, in un contesto di calo complessivo del mezzo radio, Radio Italia è rimasta in top five nell’ascolto medio giornaliero, mantenendo il secondo posto nei sette giorni.

Qui di seguito la nota stampa diramata nel pomeriggio con i commenti dei protagonisti

Radio Italia annuncia la sigla dell’accordo di concessione con Rai Pubblicità: da Gennaio 2022,e per il prossimo triennio, sarà rappresentata sul mercato dalla concessionaria del gruppo Rai che sarà titolare della raccolta pubblicitaria di Radio Italia solomusicaitaliana (4,5 milioni di ascoltatori nel giorno medio; 15,3 milioni nei sette giorni. Fonte TER 1° semestre 2021), di Radio Italia Tv (1ª televisione musicale italiana. Fonte Auditel 1° semestre 2021), del sito radioitalia.it (1,4 milioni di page views. Fonte Audiweb media mese 2021; 390.000 sessioni streaming, tempo medio 31’00”. Fonte Mapp media mese 2021)e dei canali social ufficiali dell’emittente (Facebook, Instagram, Twitter e Tik Tok con oltre 3,9 milioni di utenti).

Mario Volanti, Editore e Presidente Radio Italia solomusicaitaliana: “Con l’accordo tra Radio Italia e Rai Pubblicità si apre una fase nuova, e sicuramente inedita, che si prospetta piena di attività e collaborazioni che possono andare al di là del semplice rapporto tra concessionaria e mezzo. È sicuramente una sorpresa: pochi o nessuno qualche mese fa avrebbero ipotizzato questo tipo di connubio, me compreso. Aver incontrato e conosciuto una struttura dalle enormi potenzialità e professionalità mi ha decisamente convinto a intraprendere questo percorso che parte con prospettive di grandi risultati, anche in relazione alla complementarità in termini di numeri e target, tra la nostra emittente e le emittenti già in portafoglio a Rai Pubblicità”.

Gian Paolo Tagliavia, Amministratore Delegato Rai Pubblicità: “Per Rai Pubblicità la partnership con Radio Italia segna l’inizio di una collaborazione prestigiosa con un editore, italiano e indipendente, la cui offerta di contenuti è caratterizzata da grande qualità, intelligenza e rispetto del pubblico e degli artisti italiani. Radio Italia – continua Gian Paolo Tagliavia – è per noi un’emittente altamente strategica e complementare a Rai Radio che ci consente di acquisire un’ulteriore fascia di audience qualificata, on air, online e sulle piattaforme social, anche grazie all’attivazione di progetti di branded content, concerti ed eventi sul territorio. Con l’acquisizione di Radio Italia, Rai Pubblicità diventa la prima Concessionaria sull’offerta audio con oltre 24 milioni di ascoltatori nei 7 giorni.”