Fake news, Lagarde: politica cerchi verità. Sfide si vincono cooperando

Condividi

“Una buona politica deve impegnarsi a cercare la verità, nel miglior modo possibile, attraverso analisi solide e politiche basate sull’evidenza”. Ne è convinta Christine Lagarde, Presidente della Banca Centrale Europea, che ieri ha tenuto una lectio Magistralis all’Accademia dei Lincei a Torino.

“Abbiamo visto durante la pandemia con quanta velocità può diffondersi la disinformazione sui possibili trattamenti o sulla sicurezza dei vaccini”, ha spiegato, ricordando quanhto il problema fake news abbia inciso nell’affrontare i primi mesi di pandemia. “E in effetti, si scopre che le falsità su Twitter si diffondono da 10 a 20 volte più velocemente dei fatti”. “Oggi, il compito di distillare la verità è più urgente che mai”, ha chiosato.

Lagarde: sfide si vincono con cooperazione

Ma la pandemia ha insegnato anche altro. La lezione fondamentale insegnata dalla crisi attuale è che “non possiamo permetterci di operare con uno schema che confina il nostro lavoro dentro sfere distinte. In un’economia globale più interconnessa, la cooperazione intersettoriale e multilaterale è più importante che mai”, ha spiegato ancora all’evento promosso in collaborazione con Fondazione Agnelli e Fondazione Collegio Carlo Alberto.

Lagarde ha parlato di sfide che trascendono i confini nazionali, che “si sono intensificate in almeno tre modi: la loro estensione, la complessità e il potenziale di amplificarsi” se non gestite.
“Questa è la realtà che abbiamo davanti i un mondo in cui le nostre sfide comuni ci legano assieme. I benefici del mettere assieme le forze della scienza, delle politiche e del pubblico per realizzare il nostro pieno potenziale sono enormi. Solo lavorando insieme in tutte queste aree possiamo attingere alla nostra forza e costruire speranza per un futuro migliore”.