Che tempo che fa (Foto LaPresse)

NOVITA’: Top programmi tv di informazione più attivi sui social

Condividi

Da oggi Primaonline offre ai suoi lettori nuova classifica dedicata ai programmi televisivi di informazione che hanno più successo sui social.

Anche questo nuovo ranking è elaborato per Primaonline.it da Sensemakers e sarà pubblicato ogni mese restituendo una panoramica dei programmi di informazione che raccolgono il maggior numero di interazioni sulle proprie pagine social.

TOP PROGRAMMI DI INFORMAZIONE, OTTOBRE 2021

Commento di Emanuele Bruno

Vince Fabio Fazio e sono Rai3, La7 e Rete4 a dominare con i propri brand nella nuova graduatoria ‘social’ prodotta da Sensemaker. Che stavolta mette in fila le prestazioni sulle principali piattaforme – in termini di interazioni e videoviews – dei programmi tv con prevalente (o importante) mission informativa. Nella graduatoria messa a punto in collaborazione con Prima Comunicazione sono comprese anche trasmissioni informative in senso ampio. E così la panoramica allinea anche alcune presenze ‘ibride’, del cosiddetto infotainment. Quelle cioè di brand (talk, ma anche programmi di live entertainment) che svolgono regolarmente un rilevante ruolo informativo e raccolgono anche per questo un gran numero di interazioni sulle proprie pagine social.

Vince Fazio, secondo Zoro e terzo Mario Giordano. Un gran mix di proposte e stili

La prima posizione di questa inedita Top 15 dei programmi tv di informazione se la aggiudica una presenza ‘atipica’. Vince infatti “Che Tempo che Fa” con 5,5 milioni di interazioni. Ed ha un vantaggio abbissale su tutte le altre ‘testate’, dal secondo posto in poi ampiamente sotto quota un milione di interazioni. Dalla decima posizione in giù, inoltre, tutte le proposte classificate hanno avuto meno di 100mila interazioni e così è abbastanza ovvio che questa che è stata battezzata con i dati del mese di ottobre, sia una classifica destinata a mutare, facilmente ‘scalabile’ nell’arco dei prossimi mesi.

La forza digital di ‘Che tempo che fa’ è già nota ai lettori di Primaonline. Il programma di Fabio Fazio, infatti, è già presente sul podio della graduatoria di Sensemaker che misura le prestazioni social di tutti i tipi di programmi tv. Per molti mesi consecutivi, l’anno scorso, quando Fazio ha dedicato quasi sempre tutta la prima parte della trasmissione all’approfondimento sull’emergenza covid, ‘Che tempo che fa’ è rimasto in testa alla graduatoria assoluta. Lo ha fatto riuscendo a rimanere ai vertici anche nei mesi estivi, quando il programma non era on air in tv.

Anche in questo autunno, dopo che nella precedente stagione tv aveva intervistato Barak Obama e Nancy Pelosi, il conduttore è riuscito ad avere in trasmissione grandi personaggi della scena politica globale e, in particolare, nell’ultima puntata appena andata in onda, ha proposto un’intervista di circa mezzora con Christine Lagarde, attuale presidente della Banca Centrale Europea.

Un altro titolo informativo ‘at large’ si colloca secondo Sensemakers al secondo posto del ranking. “Propaganda Live”, in onda su La7 nella prima serata del venerdì, è condotto da Diego Bianchi (detto Zoro), supportato da una squadra rodata composta dal vignettista Makkox, Marco Damilano (Espresso), Francesca Schianchi (La Stampa), Paolo Celata (TgLa7), Costanze Raucher (Die Welt). Zoro a quota 678 mila interazioni, ha un buon vantaggio sul terzo. Un altro ibrido è arrivato podio: “Fuori dal Coro”, il programma condotto da Mario Giordano in onda su Rete 4 ogni martedì in prima serata, ha raggiunto 551 mila interazioni e 3,1 milioni di video views. Sulle piattaforme e sulla Rete, quindi, Giordano ha battuto i suoi concorrenti televisivi ordinari, con ‘DiMartedì’ e Giovanni Floris (La7) che si collocano fuori dai primi quindici. Mentre l’altra rivale di serata, Bianca Berlinguer (‘#Cartbianca’ in onda sulla terza rete) ha conquistato la tredicesima posizione, ma con solo 46mila interazioni.

Al quinto posto della nuova Top programmi tv di informazione si è classificato un altro prodotto di Rete4, ‘Dritto e Rovescio’, condotto da Paolo Del Debbio, che ad ottobre ha raccolto sui social 434mila interazioni ma ben 7,7 milioni di interazioni, conquistando il secondo posto assoluto su questo specifico indicatore. Vale la pena registrare come i due titoli più social di Rete4 stiano per esse ‘sospesi’ da Mediaset, dall’inizio di dicembre fino alla fine di gennaio. La motivazione ufficiale è quella della pausa festiva, ma non è mai stata smentita la spiegazione che parlava una sorta di punizione comminata a Giordano e Del Debbio, inclini a dare per il grande spazio ai movimenti no vax e, soprattutto, no green pass.

Chi manca all’appello

Sorprende, ma fino ad un certo punto, l’assenza dalla graduatoria dei top quindici dei marchi delle ammiraglie: di Rai1, ad esempio, manca all’appello lo storico ‘Porta a Porta’ di Bruno Vespa. Mentre Canale 5 oramai ha pochi brand – news a parte – assimilabili ad un ruolo informativo (negli ultimi mesi pandemici si sono attribuiti spesso questo ruolo alcuni dei programmi contenitore). Mancano dalla lista dei migliori anche i titoli di Rai2, che però in questi ultimi anni non è mai riuscita a proporre appuntamenti informativi di portata memorabile e di rilevante forza popolare.

La classifica per reti

Così Rai3, Rete4 e La7 che, come è noto, sono i canali televisivi che puntano con maggiore intensità sui programmi giornalistici, dominano la graduatoria. La terza rete posiziona tra i migliori quindici ben otto propri titoli. Oltre a ‘Che tempo che fa’, in testa, la terza rete pubblica ha in elenco ‘Report’ (Sigfrido Ranucci) al quarto posto, ‘Le parole della settimana’ (Massimo Gramellini) al nono, ‘Presa diretta’ (Riccardo Iacona) al decimo, ‘Blob’ all’undicesimo, ‘#Cartabianca’ (Bianca Berlinguer) al tredicesimo, ‘Agorà’ (Luisella Costamagna) al quindicesimo.

Rete4, invece, ha in Top 15 ben cinque trasmissioni: ‘Fuori dal Coro’ (Mario Giordano) al terzo posto, ‘Dritto e Rovescio’ (Paolo Del Debbio) al quinto, ‘Stasera Italia’ al sesto (Barbara Palombelli e Veronica Gentili), ‘Quarta Repubblica’ (con Nicola Porro, fortissimo sui social attraverso la sua attività personale) al settimo, ‘Quarto Grado’ (Gianluigi Nuzzi) al quattordicesimo. Manca nella graduatoria internettiana, quindi Giuseppe Brindisi, alfiere del mercoledì con ‘Zona Bianca’.

La7, infine, colloca in classifica ‘solo” tre propri titoli: oltre al già citato secondo posto di ‘Propaganda Live’, ci sono l’ottavo di ‘Piazzapulita’ (Corrado Formigli) e il dodicesimo di ‘Non è L’Arena’ (Massimo Giletti).

La classifica dei Best Performing Post sulle diverse piattaforme

Vince ‘Che tempo che fa’ su tutti i social

Bestperformingpost_Programmidiinformazione-TV_OTT2021

Anche per i programmi d’informazione, Sensemaker ha costruito una graduatoria che mette in fila i best performing post prodotti o rilanciati dai vari brand tv. Il dato riportato non si riferisce al singolo post, ma alle interazioni complessive ottenute da tutti i contenuti pubblicati sulle differenti piattaforme (Facebook, Instagram, e Twitter) nel mese di ottobre.

Ebbene, ‘Che Tempo che Fa’ si aggiudica la prima posizione su tutte le piattaforme. Fazio vince su Facebook con un post su Sabrina Ferilli che parla dell’educazione ricevuta in famiglia: “A casa non ci sono mai stati argomenti da femmina e altri da maschio, e grazie a loro sono diventata una femmina emancipata”. Su Instagram, invece, raggiunge la vetta del ranking un post su Jovanotti che racconta la battaglia contro il cancro della figlia Teresa.

‘Che tempo che fa’ prevale anche su Twitter con un video che riprende uno spezzone del programma durante il quale Piero Angela, conduttore di Superquark+, presenta le nuove dieci puntate dedicate al sesso e alle coppie, sottolineando che non esiste alcuna differenza tra coppie etero o omosessuali.

NOTA-METODOLOGICA_Classifica_Programmidiinformazione-1