Barbara Marinali

Open Fiber, via al riassetto con Cdp e Macquarie. A Marinali la presidenza

Condividi

Con l’uscita di Enel, Cdp Equity divenza azionista di maggioranza della wholesale company

Con il passaggio delle azioni da Enel a Cdp e al fondo australiano Macquarie si è chiuso il riassetto di Open Fiber.
Nel dettaglio, Enel ha ceduto il 50% detenuto nella wholesale company per circa 2.733 milioni di euro, di cui il 40% a Macquarie Asset Management per un corrispettivo di circa 2.199 milioni di euro e il 10% a CDP Equity per un corrispettivo di circa 534 milioni di euro.
CDP Equity diventa quindi il maggiore azionista di Open Fiber con una quota complessiva del 60% del capitale.

Il nuovo Cda: Marinali presidente, Rossetti ad

In seguito al riassetto, sono stati nominati i nuovi membri del Consiglio di Amministrazione. Barbara Marinali diventa presidente, mentre l’attuale direttore generale Mario Rossetti amministratore delegato.
Nel board siedono anche Alessandro Tonetti e Roberta Battaglia designati da CDP Equity e Nathan Luckey e Geoffrey David Shakespeare espressione di Macquarie Asset Management.

Marinali, che prende il posto di Franco Bassanini, è attualmente ‘senior advisor’ di Marco Alverà in Snam e consigliere indipendente di Webuild. Dal 2009 al 2013 è stata direttore generale per le infrastrutture stradali del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; dal 2013 al 2020 ha fatto parte del Consiglio dell’Autorità di regolazione dei trasporti.