Editoria, Cairo: governo aiuti il settore. Importante rimanga libera

Condividi

“L’editoria è un settore che rappresenta un grande veicolo di democrazia”. Parte da questa convinzione l’appello che Urbano Cairo ha rivolto all’esecutivo guidato da Mario Draghi a sostenere il settore, partecipando alla convention ‘Il mondo nuovo’ organizzata a Roma, il 3 dicembre, dalla Fondazione Guido Carli.

“Durante la pandemia i mezzi di informazione hanno dedicato molto tempo e risorse al problema del Covid”, ha detto il presidente di Cairo Communication e Rcs Mediagroup. E proprio la pandemia ha accelerato il momento di difficoltà strutturale, pre esistente, in cui si trova il settore.
Da qui la richiesta di intervento del Governo. “Il governo sta iniziando a fare qualcosa per sostenere il settore, ma credo debba fare di più rispetto a quanto già fatto”.

Cairo: editoria sia libera e affidabile

Ma secondo Cairo, oltre alle difficoltà, l’editoria si sta misurando anche “con una grande evoluzione, con la trasformazione digitale”. “Credo che in futuro sarà molto ampia: ci si potrà informare indipendentemente dal mezzo. “La cosa importante sarà continuare ad avere un’editoria libera e affidabile, che abbiamo visto in questo periodo essere molto importante per le persone”, ha concluso.