Il mondo sconvolto e i bancari in prima linea: due anni di avvenimenti nel video della Fabi

Condividi

Due anni in cui è successo di tutto. Non solo il Covid che ha fermato il Mondo e cambiato le vite di tutti.

Due anni raccontati dalla Fabi, la Federazione autonoma bancari italiani, in un video realizzato per lanciare il grande appuntamento in programma a Milano dal 13 al 17 dicembre, col 126° Consiglio nazionale e la 11a Conferenza d’organizzazione.

Nel video, la Fabi ricorda, come accennato, tutti i principali avvenimenti degli ultimi due anni:  la battaglia di Greta Thunberg per l’ambiente, l’assalto a Capitol Hill e la rivolta dei sostenitori di Donald Trump, la campagna del movimento attivista internazionale Black lives matter, la morte di Diego Armando Maradona, lo storico viaggio di Papa Francesco in Iraq, il rover Perseverance su Marte, l’aggressione alla sede della Cgil a Roma, la disperata fuga dei profughi afgani Kabul, il nuovo Ponte costruito a Genova dopo il crollo del Morandi, le medaglie d’oro alle Olimpiadi di Tokyo di Gianmarco Tamberi e Marcell Jacobs, la vittoria della nazionale di calcio a Euro 2020, l’affermazione dei Maneskin agli Mtv Awards, il premio Nobel per la fisica a Giorgio Parisi.

Due anni nei quali, insomma, il mondo è stato sconvolto dalla pandemia: gli italiani si sono distinti per la serietà e la loro responsabilità, trasformandosi in un esempio su scala internazionale.

E i bancari? Le lavoratrici e i lavoratori delle banche non hanno mai smesso di lavorare, hanno continuato quotidianamente a supportare la clientela, sia famiglie sia imprese. Le agenzie bancarie non hanno mai chiuso e i 300.000 addetti del settore sono stati sempre in prima linea, diventando fondamentali per sostenere il Paese.

DAL 13 DICEMBRE A MILANO IL 126° CONSIGLIO NAZIONALE FABI

Occupazione, aggregazioni, Europa, digitale e smart working: sono i temi principali al centro del 126° Consiglio nazionale e della 11ª Conferenza d’organizzazione che la Fabi ha organizzato dal 13 al 17 dicembre. «You’ll never walk
alone» ovvero «Non camminerete mai da soli» è il titolo del doppio evento che si svolgerà al Palazzo del Ghiaccio di Milano. All’appuntamento parteciperanno, assieme al segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, i vertici dell’Abi, di Federcasse e dei principali gruppi bancari, i rappresentati delle altre organizzazioni sindacali oltre
che tutti i membri della segreteria nazionale. Si parlerà del futuro del settore bancario, delle possibili operazioni di fusione, di pressioni commerciali, del progetto di banca del Mezzogiorno, del ruolo della vigilanza, di credito e prodotti finanziari, della clientela, delle lavoratrici e dei lavoratori bancari, di relazioni sindacali, del lavoro da remoto, delle nuove tecnologie, di credito cooperativo, del contratto collettivo nazionale di lavoro.

Il programma dell’evento

FABI_ConsiglioConferenza2021_20211203_programma_compressed-1

I BANCHIERI A CONFRONTO CON SILEONI

Nella giornata di lunedì 13 dicembre è prevista una serie di dibattiti e tavole rotonde, alle quali prenderanno parte il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, e poi amministratori delegati e chief executive officer dei principali gruppi bancari italiani: Carlo Messina (Intesa Sanpaolo), Andrea Orcel (Unicredit), Carlo Cimbri (Unipol), Piero Montani (Bper), Guido Bastianini (Monte dei Paschi di Siena), Giuseppe Castagna (Banco Bpm), Giampiero Maioli (Crédit Agricole Italia), Bernardo Mattarella (Mediocredito Centrale), Giampiero Bergami (Banca Popolare di Bari).

TUTTI I 27 GIORNALISTI OSPITI DELLE FABI

Ai lavori parteciperanno anche i più importanti giornalisti esperti del settore bancario, editorialisti, conduttori radio e tvFabio Tamburini (Sole24ore), Gabriele Capolino (Milano Finanza), Francesco Vecchi (Canale 5), Claudio Antonelli (La Verità), Sebastiano Barisoni (Radio24), Giuseppe De Filippi (Tg5), Andrea Pancani (TgLa7), Carlo Di Foggia (Fatto Quotidiano), Frediano Finucci (TgLa7), Sandro Iacometti (Libero), Americo Mancini (Giornale Radio Rai), Nicola Saldutti (Corriere della Sera), Filippo Santelli (Repubblica), Marcello Zacché (Giornale), Cristina Casadei (Sole24Ore) Federico De Rosa (Corriere della Sera), Pino Di Blasio (Quotidiano Nazionale), Rosario Dimito (Messaggero), Andrea Greco (Repubblica), Luca Gualtieri (Milano Finanza), Fabrizio Massaro (Corriere della Sera), Rita Querzè (Corriere della Sera), Stefano Righi (Corriere della Sera), Gianluca Paolucci (Stampa), Laura Serafini (Sole24Ore), Silvia Sciorilli Borrelli (Financial Times), Francesco Spini (Stampa).