Anas cronista ghanese sotto copertura premiato “Giornalista straniero dell’anno”

Condividi

Onorifecenza speciale al giornalista africano

Anas Aremeyaw Anas, in Africa è considerato un eroe. Perché con i suoi documentari e le sue inchieste denuncia la corruzione e difende i diritti delle persone, rischiando ogni giorno la vita.
“Un giornalista coraggioso che ha rischiato la sua vita per scoprire la verità” è l’elogio di Barack Obama durante la visita in Ghana nel 2009. 

Giornalista pluripremiato (oltre 50 riconoscimenti in Africa e all’estero), l’ultimo alla sua carriera di giornalista investigativo è quello del 4 dicembre scorso. La National Association of Black Journalists (NABJ), Associazione USA dei giornalisti neri, lo ha insignito dell’ onorificenza speciale: “Miglior giornalista straniero dell’anno 2021”.

Il premio

Il prestigioso premio è stato istituito in memoria di Percy Qoboza, famoso giornalista sudafricano anti-apartheid morto nel 1988. Il premio consegnato ad Anas Aremeyaw Anas è una ”Onorificenza” tra le più ambite. “Loda i risultati innovativi dei giornalisti neri e di coloro che sostengono la comunità nera nei media” – si legge nel sito NABJ .

Chi è Anas Aremeyaw Anas

Anas, specializzato in storie dei diritti umani, di corruzione e nella produzione di video-documentari di denuncia contro le ingiustizie. È diventato famoso per l’uso dell’anonimato nel lavoro d’inchiesta sotto copertura, anonimato che mantiene nascondendo il volto nelle interviste televisive e nelle apparizioni pubbliche. Il suo ultimo progetto è il documentario Ghana in the eyes of God (2015), che denuncia la corruzione nel sistema giudiziario ghanese. In seguito al documentario almeno 34 giudici sono stati sospesi e sottoposti a indagini.