Fieg critica la mancata esclusione dell’informazione stampata da sciopero generale

Condividi

La Fieg “intende ribadire il ruolo di servizio al pubblico che gli editori hanno nella società dell’informazione professionale

La Fieg “stigmatizza la mancata esclusione del settore della informazione stampata dallo sciopero generale indetto da Cgil e Uil per il 16 dicembre, come quasi sempre avvenuto nel passato”.

È quanto scrive la Federazione italiana editori giornali in una nota riportata da Ansa nella quale, su questo sciopero generale, si sottolinea: “L’importanza del servizio al pubblico di una informazione di qualità e professionale in un momento così delicato come quello attuale deve essere sottolineata con determinazione, così come la disparità di situazione con gli altri mezzi di informazione (Tv, Radio e Internet) che proseguiranno la loro attività”.

La Fieg, ribadisce la nota, “intende ribadire il ruolo di servizio al pubblico che gli editori hanno nella società dell’informazione professionale e la responsabilità nei confronti dei loro lettori per non lasciare lo spazio ad una proliferazione di notizie non verificate e non verificabili in rete”.