Calenda e Speranza migliori comunicatori sui social nel 2021

Condividi

La classifica secondo l’analisi realizzata da DeRev sulle performance dei politici su Instagram, Facebook e Twitter

Sono il leader di Azione Carlo Calenda e il ministro della Salute Roberto Speranza i migliori comunicatori social nel 2021 secondo l’analisi realizzata da DeRev sulle performance dei politici su Instagram, Facebook e Twitter.

L’indice di performance, come riporta Ansa, tiene conto delle interazioni che riescono a generare e della crescita media settimanale delle pagine: nel caso di Calenda e di Speranza sfiora il 50%, seguiti da Enrico Letta, Giorgia Meloni che arriva al 40%. Segue, distaccato, il segretario della Lega Matteo Salvini al 22%, mentre Luigi Di Maio è sotto all’8% e Matteo Salvini arriva al sei. L’indice indica il risultato delle performance, non il numero dei follower, dove Salvini è ben al di sopra degli altri.

E’ comunque la presidente di Fdi fra i politici quella che ha aumentato di più i seguaci in numeri assoluti mentre in percentuale sono stati Speranza e Letta. Li hanno invece persi Renzi e Di Maio (quest’ultimo salvo su Twitter).

“Incrociando i risultati dell’analisi con quello che sappiano sui target delle piattaforme –  ha spiegato il CEO di DeRev, Roberto Esposito -, ci accorgiamo che c’è un grandissimo problema di dialogo con i giovani. Ad oggi, è Enrico Letta a fare lo sforzo maggiore, ma siamo comunque lontani dall’efficacia comunicativa che i politici riescono a mettere in campo verso altri elettori. È in questa chiave che va letta anche la performance dello stesso Letta, ma anche di Giorgia Meloni, su una piattaforma come Facebook. Lì c’è il popolo e loro due, seguiti da Speranza, sono quelli che più riescono ad intercettarlo”.

   Diversa la strategia di comunicazione sui social. Esponenti di centrodestra come Meloni, Salvini e il governatore del Veneto Luca Zaia (ma pure Calenda) pubblicano spesso anche se non generando grande interazione per i singoli post con una strategia che “non punta alla creazione del contenuto di qualità per l’utente, ma alla awareness del profilo, alla sua riconoscibilità e notorietà attraverso una presenza fissa, costante e invadente. Dall’altra parte, esponenti politici come Speranza e Letta, ma anche Giuseppe Conte, sono più parsimoniosi nella pubblicazione, che è comunque sempre quotidiana, e riescono con pochi post ad attirare l’attenzione di molti più follower. Segno che conoscono molto bene la community e sanno dialogarci”. (ANSA).