Cinecittà: intesa preliminare con Cdp per espandere gli studios

Condividi

Accordo per l’acquisizione di un’area di 31 ettari per creare nuovi spazi di produzione e rendere Cinecittà più competitiva

Rendere gli Studios più grandi, attrezzati e competitivi. E’ l’obiettivo dell’accordo preliminare tra Cinecittà e Cdp per l’acquisizione di un’area di 31 ettari di proprietà dell’istituto finanziario adiacente agli spazi di via Tuscolana a Roma.

I dettagli dell’accordo

L’intesa firmata da Nicola Maccanico (nella foto), ad di Cinecittà, prevede che al closing la proprietà dello spazio venga trasferita da CDP Immobiliare (società interamente controllata da CDP) a Cinecittà.
Per Cdp l’operazione si inserisce nell’attività di valorizzazione di ex immobili pubblici, come previsto nell’ultimo Piano Strategico.

Riqualificazione

Il piano di riqualificazione di Cinecittà prevede la realizzazione di nuovi grandi teatri di posa e di un ampio complesso con spazi e servizi, tra cui oltre 15 ettari di backlot, una vasta area all’aperto per effettuare le riprese in esterno, colmando un gap con i competitor europei.
Le opere di ampliamento e innovazione si aggiungono agli interventi già pianificati dal Piano Industriale Cinecittà 2022-2026 che prevedono la realizzazione di nuovi teatri, set per la Virtual Reality e la Virtual Production e il più grande Ledwall d’Europa, per incrementare la produttività dei set cinematografici.

Il rilancio di Cinecittà

La disponibilità di teatri di posa più ampi, con strumenti tecnologici avanzati, è “fattore fondamentale per rilanciare gli Studios e renderli più accoglienti per le grandi produzioni, dai film delle major alle serie tv dei top player”.

In quest’ottica, l’acquisizione diventa “fattore funzionale e strategico” per portare il brand Cinecittà a una capacità attrattiva globale, mettendo al centro sostenibilità ambientale e l’inclusività, formazione di nuove professionalità e il “rafforzamento delle ricadute economiche e di immagine per tutto il settore dell’industria cinematografica”.