Salvatore Rossi (foto Ansa)

Tim. Sindacati: esposta a Rossi nostra preoccupazione, sì a unicità azienda

Condividi

Durante l’incontro dei sindacati con i vertici Tim “è stata esposta al Presidente tutta la preoccupazione sindacale sulla situazione. Le voci che si rincorrono da settimane sulle varie ipotesi di scorpori aziendali, la rinnovata turbolenza della governance aziendale, non possono che alimentare questa preoccupazione. L’azienda appare senza una direzione chiara in una fase nella quale invece occorrerebbe esattamente il contrario”. Così in una nota di ieri Slc-Cgil e Fistel-Cisl riassumono quanto detto nel confronto.

“Il processo di digitalizzazione del Paese passa necessariamente dalle sorti di un’azienda come Tim. Le Oo.ss. hanno ricordato al Presidente l’impegno delle lavoratrici e dei lavoratori profuso in questi anni, anche in termini di sacrifici economici per far riacquistare a Tim il giusto ruolo nel Paese. Impegni precisi che non possono essere vanificati dalla recrudescenza della instabilità degli assetti proprietari che in questi anni ha annichilito il senso di appartenenza delle lavoratrici e dei lavoratori. Al Presidente è stato ribadito – prosegue la nota – come, in questa delicatissima fase,sia importante preservare l’unicità aziendale e di far sì che si arrivi in tempi celeri a delle chiare attribuzioni di responsabilità in azienda, a partire dalla nomina di un Amministratore Delegato”.

“Il Presidente dal canto suo, pur sottolineando come la fluidità della governance sia un elemento che contraddistingue l’Azienda da almeno un ventennio, ha riconosciuto la particolare delicatezza del momento che attraversa Tim. Ha evidenziato come le relazioni industriali siano state in questi ultimi anni un punto qualificante della vita dell’Azienda. Un elemento che ritiene debba continuare a persistere a prescindere da quelli che saranno gli sviluppi di questa vicenda” conclude la nota.