Vincenzo De Luca (foto LaPresse)

De Luca: Draghi limita le domande dei giornalisti come nelle democrazie protette

Condividi

Il presidente del Consiglio è libero anche di mandare al diavolo il giornalista che fa la domanda o di non rispondere. Non credo però che possa delimitare l’ambito delle domande.

:

“Ho ascoltato ieri la conferenza stampa del presidente del Consiglio che ho trovato per un verso sconcertante, per un altro verso insopportabilmente demagogica. Sconcertante perché all’inizio della conferenza ha delimitato il recinto nel quale i giornalisti potevano muoversi e francamente è incredibile che il presidente del Consiglio dica ai giornalisti le domande che possono e non possono fare. Queste cose avvengono nelle democrazie cosiddette protette”. Lo ha detto, ripreso da Adnkronos, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, a margine della seduta del Consiglio regionale della Campania che ha eletto i tre delegati per l’elezione del Presidente della Repubblica.

“Ovviamente – ha aggiunto De Luca – il presidente del Consiglio è libero anche di mandare al diavolo il giornalista che fa la domanda o di non rispondere. Non credo però che possa delimitare l’ambito delle domande. A me pare che stiamo in un Paese nel quale si è determinata una sorta di narcotizzazione della ragione critica che mi auguro sia ritrovata quanto prima possibile”.