Dazn (foto Ansa)

Dazn si espande. Vicino l’accordo da 800 milioni con la britannica Bt Sport

Condividi

Con l’operazione la piattaforma metterebbe le mani anche sui diritti di Premier e Champions

Dazn pensa all’espansione. Secondo l’agenzia Reuters il servizio di streaming sportivo sarebbe vicino a chiudere un accordo da 800 milioni di dollari per acquisire Bt Sport. L’operazione consentirebbe alla piattaforma del magnate ucraino Len Blavatnik di aggiungere anche la Premier League e i match di Champions alla sua offerta.

Le fonti interpellate dall’agenzia parlano di una chiusura possibile nel giro di poche settimane, forse già questo mese, portando a termine trattative diventate pubbliche lo scorso autunno. Anche se non c’è ancora nulla di realmente certo, visto che a dicembre le trattative hanno subito un momentaneo arresto.

Gli ostacoli

Dazn non è la sola ad aver messo gli occhi su Bt Sport. Ad essersi mossa è anche Discovery che avrebbe avanzato a Bt la proposta di creare una joint-venture. Idea che lo stesso gruppo inglese aveva considerato accanto alle ipotesi di vendita.

Un altro ostacolo alla finalizzazione dell’affare, continua Reuters, è quello di raggiungere accordi con Sky e Virgin Media, che distribuiscono la programmazione di Bt Sport in Irlanda e Uk.

I numeri di Dazn

Stando ai numeri ripresi da Reuters, a oggi Dazn ha circa 11 milioni di abbonati. Con Bt Sport, che conta circa 5 milioni di sottoscrittori, si aprirebbe la strada per allargare la sua presenza in Gran Bretagna.
E un accordo di questo genere potrebbe anche spianare la strada a una quotazione alla Borsa di Londra, già ventilata da Bloomberg nei mesi scorsi.

Sul fronte finanziario, segnala ancora Reuters, i dati più recenti sono del 2019. Da essi risulta che Dazn aveva riportato un rosso da 2.15 miliardi, attribuito principalmente a investimenti e al lancio del servizio in Spagna e Brasile. Di quella cifra, circa 1,7 miliardi sono da imputare all’acquisto di diritti sportivi.