Bolloré: Vivendi cresciuta nei media ma ancora piccola rispetto a concorrenti

Condividi

“Negli ultimi anni Vivendi è cresciuto nel settore dei media ma siamo ancora molto piccoli rispetto ai nostri concorrenti a livello globale e anche rispetto a quello che era Vivendi 20 anni fa e che non poneva alcun problema a livello di concentrazioni”. Ad affermarlo è il finanziere bretone e azionista di riferimento di Vivendi, Vincent Bolloré nel corso di un’audizione al Senato francese di fronte alla Commissione d’inchiesta sulle concentrazioni nel settore dei media in Francia. E’ quanto riferisce Adnkronos.

Vivendi è un campione francese ma se guardiamo ai nostri concorrenti possiamo osservare che la capitalizzazione in borsa di Vivendi è pari a 15 miliardi di dollari mentre quella di Sony è pari a 156 mld di dollari”, sottolinea Bolloré illustrando i dati con delle slide. “Il gigante Vivendi se si guarda ai nostri concorrenti è un piccolo nano. La capitalizzazione in borsa di Comcast è di 233 mld di dollari, di Netflix è di 238 mld di dollari, di Disney 287 mld di dollari, Tencent 586 mld di dollari, Amazon 1.676 mld di dollari e Apple 2.812 mld di dollari”, rileva Bolloré.

“Vivendi è cresciuto negli ultimi anni ma anche i concorrenti si sono mossi negli ultimi anni e in particolare i nostri concorrenti americani che sono infinitamente più grandi di noi e che si muovo ancora più velocemente”, osserva Bolloré ricordando le ultime operazioni e in particolare quella tra Amazon e Mgm.