Netflix, conti in positivo. Ma pesano le previsioni sul futuro

Condividi

La crescita della concorrenza e le restrizioni meno stringenti per il covid portano le stime di crescita al ribasso per la piattaforma

Quarto trimestre in linea con le previsioni per Netflix che ricavi per 7,71 miliardi di dollari, con utile netto a 607 milioni. La piattaforma streaming ha registrato 8,28 milioni di nuovi abbonati, provenienti principalmente da regioni esterne al Nord America. Il totale degli iscritti al servizio ammonta ora a 221,8 milioni, sotto le stime degli analisti a 222.

I dubbi sul futuro

Ma a pesare sono le previsioni per la crescita delle sottoscrizioni nei prossimi mesi, con le restrizioni anti-covid che si allentano e la concorrenza in crescita. Il colosso della tv in streaming ne stima 2,50 milioni, meno dei 6,26 milioni previsti dal mercato.

“I consumatori hanno sempre avuto molte scelte sul fronte dell’intrattenimento”, ha scritto Netflix. “Negli ultimi 24 mesi la concorrenza si è intensificata con le aziende che hanno messo a punto le loro piattaforme di streaming. Anche se la concorrenza può avere effetti, abbiamo continuato a crescere in tutti i paesi e in tutte le regioni dove queste nuove piattaforme sono state lanciate”.

Film al centro

Sul fronte delle produzioni, la scoietà ha ribadito il peso del cinema nel proprio catalogo. “E’ incredibilmente importante per i nostri membri, motivo per cui la nostra ambizione è sempre stata quella di lavorare con i migliori registi e star del mondo per creare un’ampia varietà di film di qualità”.
E se la pandemia ha bloccato la produzione di spettacoli per un po’, Netflix ha accelerato la produzione della programmazione originale, incassando successi planetari come ‘Squid Game’.