Da Monrif uno Speciale dedicato al ‘Campionato di giornalismo’

Condividi

L’iniziativa “Cronisti in classe” spegne 20 candeline e per festeggiare l’anniversario della manifestazione che da vent’anni trasforma gli studenti delle Scuole Primarie (classi III, IV e V) e Secondarie di Primo Grado in reporter, domani, martedì 25 gennaio, uscirà uno SPECIALE dedicato al progetto. Nato nel 2002 con l’obiettivo di avvicinare le nuove generazioni alla lettura dei quotidiani e stimolarli sulle tematiche di attualità, spiega una nota del gruppo, il “Campionato di giornalismo” promosso dai quotidiani del gruppo MonrifQN il Resto del CarlinoLa Nazione e Il Giorno, è divenuto ormai un appuntamento tradizionale e molto atteso dagli istituti scolastici delle province coinvolte. Ciò che rende forte questa iniziativa, malgrado le difficoltà incontrate nelle ultime edizioni in seguito alla pandemia, sono proprio i numeri che rivelano il successo di un progetto fondamentale per la preparazione degli studenti di oggi e per la formazione di cittadini consapevoli e informati di domani:  quest’anno sono già più di 1.000 le classi partecipanti per un totale di oltre 21.000 studenti coinvolti.

Alla base del successo ovviamente c’è l’entusiasmo che i giovani reporter in erba continuano a dimostrare per questa iniziativa, l’impegno dei docenti-tutor che li guidano in questo percorso all’interno del mondo dell’informazione e i dirigenti scolastici che da 20 anni continuano a sostenere questo nostro progetto.

In questa edizione 2022 sono tante le novità introdotte, a partire dai siti dedicati all’iniziativa (ilrestodelcarlino.cronistinclasse.itlanazione.cronistinclasse.itilgiorno.cronistinclasse.it), completamente rinnovati nella forma e nei contenuti grazie anche alla collaborazione con Scuolattiva onlus  e Scuola hub. La grafica vivace e dinamica e la struttura semplice e lineare permettono una rapida fruizione sia per gli studenti che per i docenti.

La principale novità di questa edizione riguarda, in particolar modo, gli strumenti messi a disposizione degli studenti e dei loro docenti, resi disponibili sui siti web dedicati al progetto, ideati per coinvolgere le classi in un vero e proprio percorso didattico alla scoperta dell’attualità e per trovare spunti per la scrittura dei propri articoli: un kit didattico multimediale e dei materiali di supporto per il ripasso e la verifica degli argomenti trattati.

Il kit multimediale consiste in 4 guide docenti, di cui la prima è incentrata sull’apprendimento della scrittura di un articolo, mentre le altre approfondiscono le tematiche di SostenibilitàEconomia Circolare nel FoodDiversità e Inclusione. In aggiunta i docenti possono disporre di tre power point interattivi per identificare in maniera chiara ed efficace gli obiettivi delle lezioni sulle tre macro-aree di insegnamento contenute nelle guide.

I materiali di supporto e di verifica prevedono alcune schede interattive per le Scuole Primarie (2 schede per ogni area tematica), mentre per le scuole Secondarie di Primo Grado, attraverso Kahoot, è stato messo a punto un online gaming divertente per mettere alla prova le conoscenze e ripassare in modo coinvolgente le tematiche studiate in classe.

Il punto di forza del progetto rimane, tuttavia, il contest. Gli alunni hanno l’opportunità di realizzare una pagina di giornale, che verrà pubblicata a partire dall’8 febbraio e con cadenza bisettimanale sulle copie cartacee e sul portale online della testata, imparando così a scrivere i testi, a inventare i titoli più adatti, a scegliere le foto migliori e diventando i protagonisti di una stimolante fase di apprendimento attraverso la lettura e la scrittura, dando la possibilità agli insegnanti di sperimentare nuovi percorsi didattici interdisciplinari.

L’elaborato verrà poi valutato da una giuria di esperti e gli articoli migliori saranno premiati in una cerimonia dedicata.

Per tutta la durata del progetto è prevista, per le classi aderenti all’iniziativa, una fornitura settimanale di copie omaggio dei quotidiani, sia in forma cartacea che digitale, per poter fornire ai docenti gli strumenti primari necessari per avviare un  dialogo con i loro alunni, aiutandoli a crescere e mettendo alla prova le loro capacità di osservare e di raccontare la realtà sociale nella quale sono inseriti e di cui si preparano a diventare protagonisti.