Bilancio Comcast a 116 miliardi (+12,6%) nel 2021. Sky perde globalmente 198mila abbonati

Condividi

Bilancio Comcast a 116 miliardi (+12,6%) nel 2021 e con un EBITDA consolidato in aumento del 12,6%, a quota 34,7 miliardi di dollari. Un risultato positivo, considerato l’impatto della pandemia su alcune delle attività core (come i parchi tematici, ad esempio). Il gruppo americano ha così distribuito dividendi ai suoi azionisti per il quattordicesimo anno consecutivo.

Brian Roberts, ceo di Comcast

Presentando i conti trimestrali e annuali del gruppo, Brian L. Roberts, Presidente e Amministratore delegato di Comcast Corporation, si è dichiarato entusiasta “per la forte performance operativa e finanziaria”. Comcast, ha dichiarato Roberts, “continua a funzionare straordinariamente bene, rafforzando la posizione di leadership nella connettività, nell’aggregazione di contenuti e nello streaming”. Il futuro? “La nostra priorità assoluta è aumentare la capacità della nostra rete negli Stati Uniti e migliorare ulteriormente la nostra esperienza a banda larga a livello mondiale. Stiamo producendo più contenuti premium che i nostri spettatori adorano” ha dichiarato il manager.  Aggiungendo: “Continuiamo a fornire loro diversi modi per accedervi, incluso Peacock, mentre implementiamo la costruzione di Epic Universe e accogliamo ancora più ospiti ai nostri parchi a tema”. Sky Glass, lanciata nel Regno Unito dal ceo Dana Strong, e XClass TV, che ha esordito negli Usa, sono altri due assett strategici di sviluppo, nella logica di fornire all’azienda più modi per portare il proprio sistema di intrattenimento ai consumatori.

Dall’altra parte dell’Atlantico

I numeri presentati chiamano in causa anche le performance di Sky dall’altra parte dell’Atlantico. Nell’ultima trimestrale i ricavi nel vecchio continente risultano diminuiti del 2,4%, a quota 5,1 miliardi di dollari. Escludendo l’impatto della valuta, i ricavi sono diminuiti del 2,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Dana Strong, ceo di Sky

Il documento di Comcast precisa che le entrate sono diminuite del 23,4% – a 327 milioni di dollari – a causa di una modifica degli accordi di licenza per la programmazione sportiva in Italia e Germania. I ricavi diretti al consumatore sono diminuiti dell’1,0% – a 4,0 miliardi di dollari – in linea con un aumento delle relazioni con i clienti e dei ricavi medi per relazione conseguiti nel Regno Unito. Ma a pesare è la diminuzione dei clienti e dei ricavi medi per cliente in Italia, principalmente a causa dell’impatto negativo della riduzione dei diritti di trasmissione di Sky sulla Serie A. I ricavi pubblicitari sono complessivamente aumentati dell’1,4%, a 712 milioni di dollari.

Abbonati complessivi Sky: +61 mila in Germania e UK, ma -198mila complessivi. Causa il calo italiano

Nei dodici mesi terminati il ​​31 dicembre 2021, i ricavi di Sky sono aumentati del 9,1%, a quota 20,3 miliardi di dollari rispetto al 2020. Escludendo l’impatto della valuta, i ricavi sono aumentati del 3,1%, in conseguenza di maggiori ricavi pubblicitari e di ricavi diretti dal consumatore.

Il numero di clienti totali è cresciuto di 61.000 unità, a quota 23,0 milioni nel quarto trimestre del 2021, riflettendo un aumento dei clienti nel Regno Unito e in Germania. Una crescita che parzialmente compensa l’impatto negativo delle sottoscrizioni dovuto alla riduzione dei diritti di trasmissione di Sky sulla Serie A in Italia. Per i dodici mesi chiusi al 31 dicembre 2021, i clienti totali sono diminuiti di 198.000.