Apple, trimestre record per i conti. Crescono vendite e abbonati ai servizi

Condividi

Ultimo trimestre del 2021 da record per Apple, che fa il pieno di vendite e utili battendo le stime degli analisti, sulla scia dell’elevata domanda di iPhone in Cina, schivando la crisi dei chip. I ricavi della società nel primo trimestre dell’esercizio fiscale sono stati di 123,95 miliardi di dollari, l’11% in più rispetto allo scorso anno e superiori alle attese degli analisti a 118,7 miliardi. L’utile è stato di 34,6 miliardi (2,10 dollari per azione) rispetto alle aspettative degli analisti di 31 miliardi (1,89 dollari per azione).

Le vendite dei prodotti

Con pochi telefoni rivali che hanno debuttato durante la stagione dello shopping natalizio, l’iPhone 13 ha portato a un fatturato mondiale delle vendite di telefoni per Apple di 71,6 miliardi, un aumento del 9% rispetto alle festività natalizie del 2020.
La pandemia ha accelerato in generale l’adozione di strumenti digitali per la comunicazione, l’apprendimento e l’intrattenimento, spingendo Apple a far esplodere le vendite in ciascuno dei segmenti dell’azienda, inclusi computer, accessori e tablet. “Questi risultati trimestri record sono stati resi possibili dalla più innovativa linea di prodotti e servizi di sempre. Siamo gratificati dalla risposta dei consumatori”, ha commentato l’amministratore delegato Tim Cook.
Nel dettaglio, le vendite di Mac sono aumentate del 25% a 10,9 miliardi rispetto a stime di 9,5 miliardi e le vendite di accessori sono aumentate del 13% a 14,7 miliardi rispetto a stime di 14,6 miliardi di dollari. Calano le vendite di iPad, diminuite del 14% a 7,25 miliardi di dollari.

I servizi

Anche il business dei servizi di Apple, che copre app a pagamento come Apple TV+, Apple Music e Apple Fitness, ha registrato un grande aumento. I ricavi dei servizi sono aumentati del 24% a 19,5 miliardi di dollari, superando le stime degli analisti di 18,6 miliardi di dollari.
La società ha 785 milioni di abbonati paganti in tutte le sue offerte, un aumento rispetto ai 620 milioni di un anno fa e ai 745 milioni del trimestre precedente. Per gli investitori, la crescita del business dei servizi sta aiutando a mitigare le sfide di produzione.