Sanremo 2022 fa il record del ventennio: Amadeus e Zalone battono pure Fazio 2000

Condividi

Continua bene la settantaduesima edizione del Festival di Sanremo. Alla seconda serata con Checco Zalone ospite chiave Amadeus cresce e porta a casa 11,320 milioni e 55,8% di share. La prima serata del Festival era arrivata a quota 10,9 milioni di spettatori ed il 54,7% di share. Miglior share dal 2000 in avanti, per ascolti fa meglio Fazio 2000, ma aveva chiuso un’ora prima. Picco con Zalone alle 21.45 a 16,2 milioni, leggermente più basso di quello di Fiorello della sera prima.

Sanremo 2022 continua ad andare fortissimo. Auditel dice che – mercoledì 2 febbraio 2022 – la seconda serata della terza prova festivaliera di Amadeus, stavolta senza Fiorello, ma con Checco Zalone in supporto (con tre finestre comiche), ha avuto 13,572 milioni di spettatori milioni di spettatori e il 55,3% di share nella prima parte e 7,284 milioni e 57,3% nella seconda parte. La media fa 11,320 milioni ed il 55,8%. Si tratta del miglior risultato di share dal 2000 in avanti. Per ascolti fa meglio Fazio 2000, ma aveva chiuso un’ora prima. Praticamente pari il risultato di Fazio 2001.

L’apertura dedicata a Monica Vitti

Il picco di ascolto è coinciso con il primo intervento di Checco Zalone alle 21.45 con 16,2 milioni di spettatori ed il 58,05% di share. La sera prima Rosario Fiorello, alla sessa ora aveva avuto 16,5 milioni di spettatori ed il 57,8%. Questo, in sintesi, il risultato degli ascolti di ieri. In diretta su Rai 1 a partire dalle 20.50 circa, attento a certe simmetrie della scaletta, Amadeus ha condotto la serata con Lorena Cesarini (dopo il battesimo con Ornella Muti), che ha fatto in avvio un lungo monologo contro il razzismo.

Il monologo di Lorena Cesarini

La contro programmazione è stata un po’ più leggera di quella del giorno prima, Federica Sciarelli a parte. Stabile ‘Chi l’ha Visto?’ sulla terza rete, per ricordare Monica Vitti sono andati in onda il docufilm di Rai2, ‘Vitti d’arte, Vitti d’amore’, e poi due film dedicati alla grande attrice scomparsa. Su Canale5 ‘Polvere di stelle’ e su La7 ‘Amore mio aiutami’.  ‘Zona Bianca’ su Rete4 e uno speciale de ‘Le Iene’ Italia 1 (‘Due anni di Covid’) hanno completato il quadro.

Checco Zalone

Una serata ricca

La gara ha proposto le 13 canzoni del secondo gruppo di big: Sangiovanni con Farfalle; Giovanni Truppi con Tuo padre, mia madre, Lucia; Le Vibrazioni con Tantissimo; Emma con Ogni volta è così; Matteo Romano con Virale.  Iva Zanicchi con Voglio amarti; Ditonellapiaga e Donatella Rettore con Chimica; Elisa con O forse sei tu; Fabrizio Moro con Sei tu; Tananai con Secco occasionale; Irama con Ovunque sarai; Aka7even con Perfetta così, Highsnob e Hu con Abbi cura di te.

Laura Pausini e Mika

Tra gli ospiti, nel ruolo toccato la sera prima a Maneskin, si è schierata Laura Pausini, entrata in scena dopo Checco Zalone, mattatore – in primis- tra le 21.37 e le 21.50 circa. A cavallo delle 22.00 poi è stata presentata la terna dei conduttori di EurovisionSong Contest versione Italia: Mika, Alessandro Cattelan e la Pausini. Intenso il duetto canoro con Mika e la Pausini. A cavallo delle 23.00, per promuovere le fiction di Rai 1 in via di lancio, sono passate Margherita Mazzucco e Gaia Girace (‘L’Amica Geniale’). Mentre, più tardi, quasi a mezzanotte, Ermal Meta della Costa Toscana (con Rovazzi e Oriett Berti in collegamento) ha svolto il compito svolto da Colapesce e Di Martino 24 ore prima. E quindi, sempre in tema di ospiti musicali, ci sono state anche Arisa e Malika Ayane, con due brani in lizza per diventare l’inno di Milano-Cortina 2026.