Il Watergate di Julia Roberts in una nuova serie

Condividi

Il 17 giugno saranno 50 anni. Mezzo secolo da quella notte che diede il via al più grande scandalo della politica, che avrebbe travolto il presidente Richard Nixon. Il Watergate è diventato negli anni tema di film e serie tv. A cominciare, nel 1976, da ‘Tutti gli uomini del presidente’, che vinse 4 Oscar. Protagonisti Robert Redford e Dustin Hoffman nei panni di Bon Woodward e Carl Bernstein, i due reporter del Washington Post che con il loro lavoro diedero voce a ciò che si tentava di insabbbiare.

La donna dello scandalo

Il 24 aprile sulla piattaforma streaming premium Starzplay sarà presentato – in Europa, America Latina e Giappone – ‘Gaslit’. La serie, si vedrà contemporaneamente anche negli Stati Uniti e in Canada, sulle piattaforme Starz, affronta il Watergate da un punto di vista nuovo.
Protagonista – interpretata da Julia Roberts – è Martha Mitchell. La Mitchell, di fede Repubblicana, scomparsa nel 1976, era la moglie del procuratore generale americano, prima a rivelare pubblicamente il coinvolgimento del presidente Nixon. “Una improbabile informatrice, la prima persona a sventare l’intero scandalo, che alla fine diventa oggetto di una feroce campagna diffamatoria da parte della Casa Bianca e del marito”, la definisce Robbie Pickering, creatore, produttore esecutivo e showrunner della serie.

Julia Roberts, ‘Gaslit’

“L’obiettivo di questo progetto è sempre stato mostrare l’umanità del tema”, aggiunge Pickering.
Lo sguardo al femminile di ‘Gaslit’ annuncia così una storia dove – ancora più che sul Watergate – ci si concentra su amore e tradimento (una telefonata della Mitchell alla United Press fu bruscamente interrotta e una giornalista del New York Daily News la trovò in seguito con segni di percosse sulle braccia).

Il cast del Watergate

Accanto a Julia Roberts, recita Sean Penn, che – con un trucco che lo rende irriconoscibile – ne interpreta il marito, John Mitchell, combattuto fra Martha e Nixon.
Completano il cast: Dan Stevens, Betty Gilpin, Shea Whigham, Darby Camp.

Sean Penn, ‘Gaslit’

‘Gaslit’ è basato sulla prima stagione del podcast ‘Slow Burn’, dove Leon Nayfakh ricostruisce in otto episodi alcuni lati nascosti dello scandalo, partendo dal presupposto che “il Watergate è stato più strano, feroce ed eccitante di quanto si immagini”. Così eccitante da convincere Julia Roberts a diventare, oltre che protagonista della serie, anche produttore esecutivo con la sua Red Om Films.

Julia Roberts, ‘Gaslit’

La serie è prodotta per Starz da Ucp, una divisione di Universal Studio Group, che ha prodotto titoli di successo come ‘Dr. Death’, ‘Homecoming’, ‘The Sinner’, e che annuncia di prossima uscita anche ‘Joe Exotic’ con Kate McKinnon e Kyle MacLachlan.
Starzplay – presente in 63 Paesi – è disponibile sui canali Prime Video, è accessibile su smart tv tramite Rakuten TV e su Vodafone TV. Inoltre, fa parte dei canali di Mediaset Infinity.
La piattaforma è stata lanciata nel 2018 da Starz, società Lionsgate che dà grande attenzione alle narrazioni al femminile e che un anno fa ha presentato #TakeTheLead, iniziativa volta a migliorare la rappresentanza di donne in tutti i ruoli dell’audiovisivo.