Twitter studia Articles, funzione per contenuti più lunghi

Condividi

Il social potrebbe abbandonare il limite dei 280 caratteri per i profili a pagamento

Da microblog a raccoglitore di articoli e notizie. Twitter potrebbe cambiare un po’ la sua pelle, rinunciando in parte a quel carattere di sintesi che l’aveva distinta rispetto ad altri social.
Jane Manchun Wong, utente nota per aver più volte trovato funzionalità sperimentali all’interno dell’app, ha scoperto l’esistenza di una scheda ‘Articles’ nel codice di sviluppo del social network.
Il nome indicherebbe l’arrivo di una funzionalità che apre alla pubblicazione di post più lunghi, anche con lo scopo di aumentare le opportunità di monetizzazione per i creatori di contenuti.

Non sarebbe la prima volta che Twitter aumenta il numero di caratteri da utilizzare nei post. Nel 2017 l’originario limite da 140 era passato a 280 caratteri, escludendo poi dal conteggio lo spazio occupato dai contenuti multimediali, come foto e video.

La novità è la prima dopo il cambio alla guida, ora affidata a Parag Agrawal. Non ci sono dettagli su quando e come ‘Articles’ verrà implementato, a livello globale o prima in versione di test ma, con una nota inviata al sito specializzato Cnet, Twitter ha ufficiosamente confermato il lavoro.
Secondo gli esperti, Articles potrebbe essere una funzione dedicata agli abbonati di Blue, la versione del social che prevede un abbonamento mensile e che offre agli utenti l’accesso esclusivo a funzioni premium, al momento disponibile solo in alcuni paesi.