Aurelio De Laurentiis (Foto ANSA)

Serie A, fumata nera per presidenza. De Laurentiis: senza di noi niente calcio

Condividi

Il patron del Napoli dice la sua sul nuovo presidente per una Serie A “autonoma e indipendente”

Prima assemblea per la Lega di Serie A alla ricerca di un nuovo presidente, dopo le dimissioni di Paolo Dal Pino.
La prima votazione è sfociata in una fumata nera. Sono state infatti 17 le schede bianche, con due schede nulle, mentre un voto è andato a Gaetano Blandini, dg della Siae, eletto nelle scorse settimane consigliere indipendente di Lega.
I club si ritroveranno ora “non prima di sette giorni”, come da Statuto, per una nuova assemblea elettiva.

Il profilo del nuovo presidente secondo De Laurentiis

Prima dell’incontro, Aurelio De Laurentiis ha detto la sua sulle caratteristiche che il potenziale candidato dovrebbe avere. A cominciare dal fatto di non “essere politico”. “Qui si sono confuse le funzioni. Il presidente non è uno che deve comandare, deve rappresentare gli interessi e le decisioni di 20 società, che si esprimono attraverso il Consiglio e l’assemblea”, ha spiegato il patron del Napoli, senza risparmiare attacchi al precedente uscente.
“C’è molto da parlare di come uscire fuori dal pantano dove i precedenti hanno buttato da due anni la Lega in un immobilismo aggravato ancora di più dal Covid”.

Senza Serie A non esisterebbe il calcio

“Quello che nessuno vuole capire è una cosa fondamentale, la Lega Serie A è autonoma e indipendente perché finanzia tutto il movimento calcistico. Senza la Serie A non esisterebbe la Figc, non esisterebbe la Lega B, la Lega Pro ma anche qualche altro sport”, ha rimarcato De Laurentiis. Commissariamento? “Sono boutade buttate lì da qualcuno che ama mostrare i muscoli perché non ce li ha e ha bisogno di dimostrare a non so chi di averceli”