Citynews investe sulla formazione dei giovani con il Business Camp

Condividi

Il percorso didattico di formazione durerà 12 settimane e si concluderà il prossimo 6 maggio. In questo lasso di tempo, il digital publisher trasferirà competenze agli studenti in ambito adv, marketing e consulenza sales. Un’edizione phygital che prevede l’alternanza di periodi di formazione in aula e da remoto a periodi di training on the job.

Dopo un attento processo di selezione, che ha visto il Team HR di Citynews vagliare circa mille candidature, sono stati scelti 9 partecipanti provenienti dalle provincie di Como, Modena, Ravenna, Torino, Genova, Latina e Salerno.  

Felice Lizza
Felice Lizza

Anche per questa ottava edizione il numero di candidati è cresciuto rispetto alle precedenti – dichiara Felice Lizza, HR Manager di Citynews –, in linea con la tendenza del mercato del lavoro che è in forte movimento, ma anche a testimonianza di un crescente interesse dei giovani per questa professione e per il mondo dell’editoria digitale. Questo ha reso ancor più complesso il lavoro di intercetto dei candidati «tipo» e di individuazione dei talenti che compongono l’aula”.

Roberta D'Alò
Roberta D’Alò

“Il nostro Business Camp negli anni ha visto una continua ed importante evoluzione – afferma Roberta D’Alò, Responsabile del Team Trade Marketing & Sales Training di Citynews –. Grazie all’esperienza delle passate edizioni e ai feedback di formatori e studenti, siamo riusciti nel tempo a migliorare sempre di più l’offerta formativa da proporre ai partecipanti. Nel corso delle diverse edizioni, abbiamo dato fiducia a tanti aspiranti Digital Sales Partner che sono poi entrati a far parte in maniera stabile del nostro organico, ognuno nella propria città o macro area geografica”.

Business Camp 8.0: maggiore alternanza tra education e training on the job

I partecipanti del BC 8.0 beneficeranno, durante tutte le fasi del percorso, di un continuo affiancamento, con l’obiettivo di individuare e risolvere sul nascere eventuali criticità. Nell’ottica di un costante miglioramento, è stato rivisitato anche il programma formativo.

La novità più importante di questa edizione è infatti l’ottimizzazione degli argomenti proposti in aula a vantaggio del training on the job, la fase che vedrà i candidati mettersi alla prova sul campo, affiancati da coordinatori ed ex partecipanti delle edizioni passate, entrati stabilmente nell’organico dell’azienda. Una soluzione per limitare il gap tra le conoscenze possedute, le nozioni appena acquisite e le competenze necessarie per affrontare correttamente l’intero processo di vendita.

Il periodo formativo, completamente retribuito, è suddiviso in quattro fasi. La prima si sta svolgendo in questi giorni nella sede di Roma e vede i partecipanti selezionati accedere ad oltre una settimana di formazione introduttiva su tematiche tecniche e commerciali.
Seguirà poi un periodo di dieci giorni on the job in cui i partecipanti affiancheranno i coordinatori o ex business campers nei loro appuntamenti. Durante il mese di marzo torneranno poi in aula per approfondire concetti teorici e avviare simulazioni pratiche che saranno trattati in aula sotto la guida di formatori sia interni che esterni al digital publisher. Infine, nella fase finale, torneranno sul campo sempre affiancati da figure senior, per poi concludere l’esperienza formativa con un breve periodo di totale autonomia, durante il quale gestiranno da soli gli appuntamenti sul territorio di appartenenza.  

I temi che verranno trattati in aula – spiega Roberta D’Alò – riguarderanno la comprensione del contesto aziendale e di tutto il panorama editoriale digitale, nazionale e internazionale, fino alla formazione sul prodotto Adv Digitale, piattaforme, strumenti e software specifici, ma anche e soprattutto tecniche e metodologie di vendita e di primo contatto con il Cliente, senza trascurare gli aspetti riguardanti le soft skill, come self analysis, analisi dell’interlocutore, canali comunicativi e leadership“.

“Fin dalla prima edizione e anche nel pieno della pandemia – conclude Lizza –, abbiamo continuato ad offrire ai giovani una valida e ormai consolidata proposta formativa e, soprattutto, lavorativa. Visti i risultati raggiunti edizione dopo edizione continuiamo in questa direzione apportando costanti accorgimenti alle fasi di selezione e formazione. Un approccio che guarda alla qualità e che, soprattutto on the job, ci consentirà di proporre un immediato inserimento in azienda, con una capacità di caring verso i partecipanti mirata e customizzata sul singolo partecipante”.

Al termine del percorso di apprendimento, conclude la nota del gruppo, solo i migliori del corso verranno inseriti nelle sedi Citynews, con un contratto diretto con l’azienda, allo scadere del quale Citynews prevede, in caso di reciproca soddisfazione, l’offerta di contratti a tempo indeterminato.