Porsche (Foto Ansa)

Porsche vicina alla Borsa. Passi di Volkswagen per la quotazione

Condividi

Prende corpo sempre di più la possibile quotazione in Borsa di Porsche. Volkswagen ha annunciato di essere in una fase di colloqui avanzati con Porsche Automobil Holding SE per una potenziale Ipo del marchio auto sportivo.
Le parti, si spiega in una nota, hanno negoziato un accordo quadro che costituirà la base per ulteriori passaggi in vista di una quotazione in Borsa di Porsche. Anche se, si aggiunge, l’operazione è subordinata all’approvazione dei consigli di amministrazione di entrambe le parti e soggetta “all’evoluzione generale del mercato”.

Nata nel 1931 a Stoccarda dal fondatore Ferdinand Porsche, dal 2012 il capitale sociale di Porsche è interamente posseduta da Volkswagen. La storia delle due Case è strettamente legata, con la prima Volkswagen che venne progettata proprio dall’ingegnere Porsche nel 1934.

Tra le operazioni di grandi in Europa

L’operazione secondo le stime di Reuters potrebbe arrivare a essere una delle quotazioni più grandi sul mercato europeo, con un valore vicino ai 90 miliardi di euro. Non da ultimo, potrebbe portare anche a un riassetto nel capitale di Volkswagen. Attraverso la holding Porsche SE, le famiglie Porsche e Piech possiedono attualmente in 53,3% dei diritti di voto sul marchio automobilistico tedesco. Con la quotazione potrebbero diminuire il loro peso in VW a favore di una proprietà diretta proprio in Porsche.