Nadine Dorries (Foto Ansa)

Crisi Ucraina, governo Uk attacca Rt: fa disinformazione dannosa

Condividi

Rt è lo strumento propagandistco del Cremlino nelle sue campagne di disinformazione. Così il Regno Unito attacca l’emittente filogovernativa russa, chiedendo all’Ofcom, autorità regolatrice dei media di agire, se necessario.

Rt trasmette notizie in inglese, arabo, spagnolo e tedesco, ed è sempre stata definita da Mosca un mezzo per riequilibrare la narrazione parziale che offrono i media made in Uk e Usa.
Non è la prima volta che il canale si trova al centro delle polemiche in un paese occidentale. Solo qualche settimana fa l’autorità tedesca aveva bloccato il canale accusandolo di non avere le licenze in regola.

La lettera del segretario Norris

Ora l’attacco frontale inglese. In una lettera citata da Reuters, il segretario alla Cultura Nadine Dorries (nella foto Ansa) ha scritto all’Ofcom preoccupata per eventuali tentativi di RT di diffondere “disinformazione dannosa” sulla crisi Russia-Ucraina. “Pur rispettando l’indipendenza normativa di Ofcom, si legge nella missiva, vi chiedo di garantire azioni tempestive e trasparenti per rassicurare il pubblico britannico”.

Sulla questione è stato chiamato in causa anche il primo ministro Boris Johnson. Alla domanda se il governo stesse cercando di vietare il canale, Il suo portavoce ha definito l’intervento di Norris una richiesta di “intraprendere qualsiasi azione appropriata nel caso in cui ci fosse un tentativo di utilizzare Russia Today per diffondere disinformazione”. “Viviamo in un paese che crede nella libertà di parola”, ha detto poi lo stesso Johnson al parlamento. “E penso che sia importante lasciare che sia l’Ofcom a decidere quali media vietare”. “Questo, ha aggiunto, è ciò che fa la Russia”.

Boris Johnson (Foto Ansa)
Boris Johnson (Foto Ansa)

La replica di Rt

RT ha ribattuto immediatamente, accusando i politici britannici di minare l’indipendenza dell’ente regolatore. Anna Belkina, vice caporedattore di RT, ha detto che, nonostante le pressioni politiche, Ofcom non ha riscontrato violazioni del Codice di trasmissione da parte di RT negli ultimi quattro anni.

Ofcom promette attenzione su tutte le emittenti

Dal canto suo, Ofcom non si è espresso in modo specifico sulla questione, assicurando che avrebbe dato priorità ai reclami sulla copertura delle notizie di qualsiasi emittente su Russia e Ucraina. “Abbiamo tenuto la situazione sotto stretta osservazione e abbiamo già intensificato la nostra supervisione della copertura di questi eventi da parte delle emittenti nel Regno Unito”, ha spiegato l’authority, rispondendo alla lettera di Dorries.
“Non sarebbe accettabile, ha chiosato, per nessuno dei nostri licenziatari fare propaganda unilaterale”.