Giornalisti che documentano gli scontri a Kiev nel febbraio 2014 (Wikipedia)

Mosca minaccia i media: usate solo fonti ufficiali. Pesanti ritorsioni

Condividi

Previste pesanti multe e il sequestro degli strumenti

Davanti al proliferare di immagini e notizie sull’invasione all’Ucraina le autorità russe cercano di mettere un ulteriore bavaglio alle poche voci di informazione indipendenti.

Come riporta l’emittente moscovita Tv Rain ripreso da Adnkronos, il Roskomnadzor, ovvero il ‘ Servizio federale per la supervisione della comunicazione di massa’ ha osservato che il numero di casi di diffusione di “informazioni non verificate e inesatte” è “significativamente aumentato” nelle ultime ore. Ricordato che i media dovrebbero stabilire l’accuratezza delle informazioni le autorità ribadiscono che sono solo “le fonti di informazione ufficiali russe ad avere e diffondere informazioni affidabili e aggiornate”.

Il Roskomnadzor ha comunicato poi che per la diffusione di informazioni false sono previste multe fino a cinque milioni di rubli (oltre 50 mila euro) e il sequestro dei materiali.