Lega Serie A (Foto Ansa)

Serie A, niente accordo su statuto. Arriva il commissario ad acta Terracciano

Condividi

Niente accordo tra i club della Serie A riuniti in assemblea sul tema statuto. Dal 26 febbraio entrerà così in carica il commissario ad acta Gennaro Terracciano, nominato dalla Figc, che avrà il compito di adeguare insieme alle società il testo dello statuto della Lega ai principi informatori votati dalla Figc lo scorso novembre, in particolare sul tema delle maggioranze.

Il confronto, spiega la nota rilasciata al termine dell’incontro, si è arenato sulle maggioranze richieste per il via libera dall’assemblea dei club sulla “gestione dei diritti collettivi NON-audiovisivi”, ovverosia la parte di diritti commerciali e sponsor non regolati dalla Legge Melandri, che valgono circa 50 milioni.

Stagione 22/23 e progetti futuri

La nota della Lega segnala inoltre che il Vicepresidente Luca Percassi ha riportato due importanti decisioni di carattere sportivo assunte nell’ultimo Consiglio di Lega. La prima riguarda l’inizio della prossima stagione sportiva, che inizierà il 14 agosto 2022; la seconda la modifica della regola del gol doppio in trasferta, abolita, in uniformità con quanto già avviene nelle Coppe europee, dalla Coppa Italia 2022/2023.

L’ad Luigi De Siervo ha comunicato che la Serie A nei prossimi mesi rafforzerà la sua presenta in diversi mercati internazionali, con l’apertura di nuovi uffici di rappresentanza e la possibile disputa di un torneo negli Stati Uniti durante il fermo attività coincidente col Mondiale in Qatar.

La presidenza

Per quanto riguarda invece la nomina del nuovo presidente, i club hanno esaminato i curricula per i candidati alla carica al centro dell’assemblea del 3 marzo. Per la nomina, come previsto dal vigente Statuto, servirà il voto favorevole della maggioranza semplice delle Associate aventi diritto al voto.