Gianni Infantino (Foto LaPresse)

Ucraina, Fifa: Russia senza inno, bandiera e in campo neutro

Condividi

Fifa stabilisce come le nazionali di calcio russe disputeranno i match internazionali. Ma dalla Polonia arrivano proteste: “inaccettabile”

Nessuna competizione internazionale sul territorio della Russia, partite ‘casalinghe’ in territorio neutrale e senza spettatori. Sono alcune delle norme che la Fifa (nella foto LaPresse, Gianni Infantino) ha stabilito in merito alla partecipazione delle nazionali di calcio russe.
Niente bandiera o inno, con il nome di ‘Football Union of Russia (RFU)’ e non ‘Russia’, ha aggiunto la federazione impegnandosi a continuare il dialogo in corso con il Cio, e la Uefa per determinare eventuali misure o sanzioni aggiuntive, “inclusa una potenziale esclusione dalle competizioni”.

“L’Ufficio di presidenza del Consiglio Fifa – è sottolineato- rimane in attesa di prendere una di queste decisioni se la situazione non dovesse migliorare rapidamente”.

La Polonia conferma il suo no

Sulla via dei prossimi mondiali in Qatar, la Russia dovrebbe incontrare negli spareggi Polonia e Svezia. Ma le due federazioni hanno già dichiarato di non voler scendere in campo.

Davanti alle proposte Fifa dalla federazione polacca è comunque arrivato un secco no. Questa “decisione è del tutto inaccettabile. Non siamo interessati a partecipare a questa partita. La nazionale polacca NON GIOCHERA’ contro la Russia, indipendentemente dal nome della squadra”, ha reagito immediatamente su Twitter Cezary Kulesza, n.1 della federcalcio polacca.
Sempre via Twitter il manager ha informato di aver mandato una lettera a tutte le federazioni Europee per spiegare la posizione polacca e invitarle a schierarsi dalla loro parte.