Ucraina, stop sponsorizzazione con Gazprom per lo Schalke

Condividi

Il club tedesco si prepara a rescindere l’accordo con il colosso energetico russo, sponsor anche della Uefa

Lo Schalke 04 sta terminando la sua collaborazione con lo sponsor principale, Gazprom. Il club tedesco ha affermato che ha raggiunto una decisione conforme con l’approvazione del consiglio di sorveglianza. Ora sono in trattative con i colossi energetici russi, che sono sponsor principali dal 2007, per rescindere l’attuale accordo fino al 2025.

Il rappresentante di Gazprom nel consiglio di sorveglianza, Matthias Warnig, si è dimesso la scorsa settimana dopo che gli Stati Uniti hanno annunciato sanzioni contro di lui e il gasdotto North Stream, una sussidiaria di Gazprom, di cui è presidente. Lo Shalke, nei giorni scorsi è stato tra i primi club a prendere posizione contro l’invasione dell’Ucraina, cancellando il nome dello sponsor dalle maglie dei giocatori nella partita di campionato.

Schalke, che ha grossi debiti, ha affermato che la loro capacità finanziaria di agire è intatta e che sono fiduciosi di trovare presto un nuovo sponsor principale.

Decisioni in Uefa

Sempre sul fronte sponsorizzazioni, Gazprom è anche tra i principali partner della Uefa, che nei prossimi giorni dovrebbe arrivare a una decisione sulla possibilità di rescindere l’accordo.
Secondo i media specializzat, il contratto che lega Uefa e Gazprom è di 40 milioni di euro all’anno. Il gruppo russo con sede a San Pietroburgo sponsorizza la Champions League dal 2012 e l’anno scorso aveva prolungato il contratto con l’Uefa fino al 2024. È stato anche partner di Euro 2020, e lo sarebbe anche di Euro 2024.